Forlì Calcio

Forlì – Correggese: 1-3

Seconda sconfitta consecutiva del Forlì. Alla vigilia della trasferta di Parma il Forlì apre già la prima crisi della stagione nel recupero dell’8° giornata di campionato che si è giocato al Morgagni. E pensare che le cose dopo i primi 45′ minuti si erano già messe abbastanza bene grazie alla quinta rete stagionale di Nocciolini. Poi nel secondo tempo, come tre giorni fa a Valdagno, il crollo totale. E la Correggese trova così la prima meritata vittoria in campionato.

Cronaca. Primo tempo con pochi tiri in porta e occasioni. Correggese fin da subito senza timori reverenziali che si proietta in avanti. Il Forlì passa in vantaggio dopo 40 minuti: calcio di punizione a spiovere in mezzo all’area di Peluso dove Nocciolini con uno stacco di testa insacca alle spalle di Chiriac. Squadre al riposo con i locali in vantaggio.

Secondo tempo. Al ritorno in campo per la seconda frazione sale la Correggese e scende il Forlì. Al 50′ arriva il pareggio. Bella progressione offensiva sull’out di sinistra di Varini che salta il suo diretto marcatore e al limite dell’area trova libero Fioretti che dopo uno scambio non ha difficoltà a mettere in rete. Ora la Correggese ci crede e continua a spingere. Franceschini, Ponsat e Fioretti hanno delle buone opportunità ma mancano il raddoppio. Al 72′ Fioretti è trattenuto in area, gli ospiti reclamano il rigore ma l’arbitro dapprima lascia correre ma su suggerimento dell’assistente torna sulle sue decisioni e indica il dischetto. Dagli undici metri lo stesso Fioretti porta in vantaggio i suoi. Il Forlì sparisce dal campo fisicamente e mentalmente e gli uomini di Campedelli cercano di mettere la pietra tombale alla partita: ci provano Ponsat, Fioretti e Francecshini senza esito. All’80’ però Giuseppe Ponsat chiude la sua ottima prestazione con lo splendido gol del 3-1. In classifica il Forlì resta a quota 10 mentre la Correggese con i tre punti conquistati sale a 7.

È un Massimo Gadda pragmatico e sereno nonostante la battuta d’arresto quello che si è presentato ai giornalisti nel dopo partita di Forlì-Correggese. “Il momento chiave della partita è stato il loro pareggio. Non siamo riusciti a riprenderci in quei dieci minuti. Peccato perché il primo tempo era stato discreto. La squadra si è smarrita poi nel secondo tempo, ma era una formazione che poteva fare il risultato tranquillamente“.

Sul turnover il mister è convinto che non abbia avuto conseguenze: “L’unica possibilità che abbiamo è il turnover, perché le altre squadre riposano e noi invece giochiamo. Col calendario che abbiamo è l’unica strada percorribile. Sono 3-4 settimane che giochiamo ogni due giorni. Questa situazione non ci permette di allenarci tutti assieme“.

Il mister è comunque tranquillo nonostante le due sconfitte consecutive subite in tre giorni: “Il campionato è lungo, la strada è lunghissima, non deve diventare un alibi però abbiamo una situazione delicatissima. Nessuno ci ha chiesto di vincere il campionato, ma di stare il più possibile vicino alle prime in classifica. Questa sconfitta ovviamente ci dispiace, ma non ci spaventa di certo. Questo è il percorso da fare per essere pronti l’anno prossimo. Se si ha pazienza, questo gruppo farà un buon campionato. Non ci si deve spaventare dopo due partite perse“.

Forlì: Merelli, Adobati, Salvi, Bergamaschi, Angeli (dal 31’st. Ricci Frabattista), Vesi, Personè, Tentoni, Nocciolini (dal 40’st. Rrapaj ), Turchetta, Peluso (dal 14’st. Bussaglia). A disposizione dell’allenatore Massimo Gadda: Lombardi, Cola, Lo Russo, Baldinini, Bisoli, Enchisi.
Correggese: Chiriac, Pappaianni Lenzi, Pipoli, Bacher, Bertozzini, Berni, Selvaggio (dal 1’st Varini), Davoli, Ponsat, Franceschini (dal 40’st Mantovani), Fioretti (dal 45’st. Guerra). A disposizione dell’allenatore Nicola Campedelli: Razzano, Lazzaretti, Cappellini, Camarà, Arrascue, Franciosi.
Arbitro: Santoro di Messina; Assistenti: Saviano e Nuzzi entrambi di Valdagno.
Note – Ammoniti: Bertozzini, Bacher, Guerra e Selvaggio (Correggese); Angeli e Adobati, Personè (Forlì).
Marcatori: 40’pt. Nocciolini (F), 50′ Fioretti (C), 72′ Fioretti (C) su rigore, 80′ Ponsat (C).