La mostra personale del maestro Enzo Grimandi comprende un’ottantina di opere della produzione degli ultimi vent’anni e rappresenta una mostra antologica. La prestigiosa location in cui si tiene la mostra a Bologna è lo splendido Palazzo Fantuzzi in via San Vitale 23/a. Il vernissage si terrà sabato 3 ottobre alle 17,00. La mostra proseguirà fino al 17 ottobre. Dal martedì alla domenica 15,00–19,00.

Il pittore bolognese Enzo Grimandi racconta con molta poesia e anche nostalgia un mondo reale e rurale che quasi non esiste più. La memoria del pittore assolve quindi alla doppia funzione di memoria emotiva ed empirica che avvolge e contiene il proprio vissuto, insieme alla memoria narrativa che intende conservare e tramandare una realtà che diversamente diventerebbe oblio. Enzo Grimaldi si dedica da anni alla documentazione di aspetti della realtà agricola di ieri e di oggi, attraverso una ricerca che parte dai suoi ricordi personali. La pittura di Grimandi si trasforma dunque in una grande biblioteca, dal valore sia personale che collettivo, in quanto le immagini e le emozioni narrate e proposte dal pittore Enzo Grimandi si contraddistinguono per la capacità di coinvolgere il pubblico nella elaborazione e nella ricostruzione del proprio vissuto personale e contemporaneamente l’artista si impegna a narrare un’epoca che oramai fa parte della storia sia locale che nazionale.

Esattamente come scrive il pittore stesso: “Il ricordo e la nostalgia del tempo passato, di persone care o di amici, di luoghi e di ambienti accumulano esperienze, conoscenze e culture che ci stimolano e ci aiutano a costruire la nostra vita di tutti i giorni”.
La mostra organizzata da Galleria Farini Concept diviene quindi una mostra in 3D dove la tradizionalità di un tempo passato prossimo si coniuga e si unisce alla contemporaneità della pittura narrativa e alla classicità storica della location collocata nella splendida e prestigiosa via San Vitale. 23/a. Di certo sarà un avvincente percorso artistico, in grado di narrare chi siamo stati e da dove veniamo. Il Vernissage si terrà sabato 3 ottobre alle ore 17,00. Per info scrivere a galleriafarini@libero.it. Direzione artistica 3348485213.

Rosetta Savelli

CONDIVIDI
Articolo precedenteCaterina Sforza, un mito dal fascino inossidabile
Articolo successivoMaticka Praha
Rosetta Savelli coltiva da sempre l'amore per la musica, la letteratura e l'arte. Ha pubblicato 4 libri: un racconto, una raccolta di poesie e due romanzi. Ha partecipato a numerosi concorsi letterari ottenendo riconoscimenti e pubblicazioni. Il suo romanzo "La Primavera di Giulia" è stato pubblicato dal Ponte Vecchio in Cesena nel 2006. Il racconto "Iris e Dintorni" e la raccolta di poesie "Le Magie che mi soffiano lontano" sono stati pubblicati nel 2002 dalla Firenze Libri e sono stati presentati alla 55° Fiera del Libro di Francoforte nel 2003. Nel 2009 ha partecipato al Premio Letterario Firenze per le Culture di Pace, dedicato a Tiziano Terzani ed è stata inserita nel volume antologico "Racconti per la Pace" con il racconto "Il Mondo nella piazza davanti a casa mia". Nel 2014 ha partecipato al Concorso Big Jump con il suo ultimo romanzo pubblicato in Amazon “Celeste (Da qui a Hollywood la strada è breve)” risultando 15° fra 220 concorrenti. Nel mese di ottobre 2015 Rosetta Savelli ha vinto il III° Premio alla V° Edizione del Premio Kafka Italia 2015 in Gorizia, presso Kulturni C Lojze Bratuž, con il Racconto “Iris e Dintorni” edito nel 2003 dalla Firenze Libri. Nel mese di aprile 2017 Rosetta Savelli insieme all'artista Daniele Miglietta ha vinto il Premio della Critica in occasione della I°Edizione del Concorso online “Poesia a Colori”. Rosetta Savelli ha partecipato con la poesia “Se sei donna ti diranno che ti manca” abbinata all'opera pittorica di Daniele Miglietta “Sleeping on flowers”. Collabora con la rivista di arte contemporanea "Juliet art magazine" con sede a Muggia (Trieste) e diretta da Roberto Vidali. Collaborazione nata nell'anno 2014 e tutt'ora in atto.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO