La musica Saturnia di Riccardo Ducci

0

La musica rappresenta e costituisce il linguaggio universale per eccellenza, fin dagli albori di tutti i tempi. Ognuno di noi è a conoscenza di questa indiscutibile realtà, ma il musicista toscano Riccardo Ducci ha trasformato questa realtà in un’autentica e nobile forma d’arte, con l’intento propedeutico di aiutare gli altri e in particolare i bambini. La musica inoltre lo ha condotto dalla bella terra di Toscana, precisamente da Grosseto nella Maremma Toscana fino alle lontane terre brasiliane, iniziando da Paulo Afonso il tour musicale per portare gioia e sostegno ai bambini in difficoltà. E’ proprio qui a Paulo Afonso e poi nella Chapada Diamantina e lungo le rive del grande fiume “Rio San Francisco” che il compositore e musicista Riccardo Ducci ha scoperto la propria dimensione al di là di ogni tempo, per poter così ricordare l’autentica dimensione arcana che ricollega l’umanità alle proprie origini. La sua formazione musicale e culturale lo hanno agevolato nel percorso a ritroso al fine di ricollegarsi alla propria ancestrale identità che si rivela essere infine un’identità collettiva.
Riccardo Ducci, è un musicista compositore e ricercatore. Pubblica opere musicali e letterarie. Svolge conferenze, concerti e attività didattica-formativa a livello internazionale. Effettua studi di laboratorio teatrale, recitazione, dizione e sceneggiatura, scrive romanzi e racconti per bambini. Il primo lavoro letterario-musicale ha titolo “Gli invisibili” (libro+CD): 150 pagine dai tratti mistici che descrivono un viaggio onirico, accompagnato nella trama da 12 brani musicali- scritti e interpretati da R.D. Effettua studi jazz e di mastering-composer a Firenze e Roma. É autore di colonne sonore per pubblicità e documentari. Studia i Processi Neuro Linguistici (PNL) scoperti da Richard Bandler e John Grindler e applicati da Anthony Robbins, partecipando all’”Unleash the Power Within & Firewalk Experience” tenuti dal famoso trainer a Milano.
Il 24 Febbraio del 1999, è la data dell’incontro con il Prof. Mario Pincherle-archeologo, scrittore, poeta, scomparso a Bientina il 23 Settembre 2012 e con il quale per oltre un decennio instaura un’importantissima collaborazione Poetico-Musicale. Grazie a questo incontro, R.D. effettuerà studi sugli Archetipi, sulla storia Antica e sulle antiche tecniche di realizzazione dei gioielli in Oro granulato, riscoperte e messe in opera dal grande studioso (orme di Oricalco, tecnica adoperata dai Sabini/Ausoni o Saturnî).
Dal binomio Ducci-Pincherle (musica dell’uno, poesia dell’altro), nascono i lavori musicali e teatrali: Acquario: “l’Antitempo e lo Zed” (libro+Cd 1999); “Agadè: Ispirazioni dal Gilgamesh”(2004); e la rappresentazione teatrale dell’ “Epopea di Gilgamesh” (con traduzione dall’antica lingua accadu di M.Pincherle). La rappresentazione teatrale del “Gilgamesh” è realizzata in collaborazione con il regista Mario Fraschetti del Teatro Studio di Grosseto -Toscana. Il poema lirico del Gilgamesh è il più antico giunto sino a noi: R.D. ne musica l’opera e partecipa alle rappresentazioni come narratore e cantante.
Nei suoi viaggi, impronta la ricerca sulle analogie dei metodi di costruzione osservabili nei resti poligonali situati nei differenti siti archeologici sparsi in tutto il mondo (Cuzco, Giza, Ande Peruviane, Italia -Sardegna, Lazio, Campania, Marche, Toscana-, in particolare, Accoddi, Orbetello, Cassino, Roselle, Vetulonia, Saturnia, Cosa-Ansedonia, Alatri, Ferentino, Amelia).
Prende corpo un progetto che R.D. denomina “La Musica Saturnia©”.

Il termine Saturnia deriva dalla parola “Satur” che nell’antica lingua “Accadu” significa Completo o Completezza. Questa lingua nasce in Mesopotamia, è scritta a caratteri cuneiformi ed è parlata nel IV millennio a.C. (a partire dal 3759 a.C.)
Il progetto è orientato principalmente sulla Musica, ma prevede ricerche, attività didattiche, concerti e conferenze riguardanti i fondamentali legami esistenti tra i grandi mutamenti del nostro tempo e le più importanti culture antiche. R.D. scrive il libro “La Musica Saturnia© -La Musica che cambia il Pensiero” riscoprendo e rivelando le specifiche funzioni base presenti in questo antico metodo di composizione. La Musica Saturnia© rinasce oggi dopo oltre 4 millenni di oblío e ha lo scopo di riportare benessere e equilibrio nella vita dell’uomo. (Il libro è tradotto anche in Portoghese.)
Conduce corsi sulla funzione e sul metodo di composizione della Musica Saturnia©, tiene conferenze-concerto sia in Italia che all’estero e partecipa a trasmissioni radiofoniche e televisive nazionali e internazionali.

Si reca molte volte in Egitto, fa sopralluoghi all’interno della Piramide di Cheope, di Meidum, di Micerino e della Piramide Rossa (o Piramide Nord a Dahshur); nel sito archeologico di Sakkara (piramide di Zoser) e nella piana di Giza (tempio della Sfinge), e sul Monte Sinai (Monastero di S. Caterina);
Nel 2010, 2011 e 2012, R.D. si reca in Brasile – dove oltre all’Italia adesso vive. Effettua scoperte molto importanti su alcuni siti archeologici ancora pressochè sconosciuti dal mondo accademico e situati tra gli stati di Bahia, Sergipe, Pernambuco e Alagoas. -Sitios de Rio do Sal, Chapada Diamantina, Rio San Francisco, Pao de Açucar. In alcune scritture rupestri (o Pedras Pintadas), ritrova l’antico simbolo del Labris (simbolo di Unione dell’antica civiltà Ausonia o Saturnia – La Musica Saturnia© -La Musica che cambia il Pensiero R.Ducci -2014), e fotografa l’unico esemplare di ZED rappresentato a due piani sinora mai ritrovato in un sito archeologico nel mondo. Nel corso di viaggi e ricerche in Brasile, ha inoltre partecipato a molte cerimonie rituali Indios (Banzaè e Salvador-Ba), durante le quali ha potuto riconoscere nei canti, le medesime modalità ritmiche Saturnie: modalità “Armoniose, Funzionali e Alterne” che riportano equilibrio nel nostro pensiero conducendoci verso stati emozionali molto sensibili.
Il progetto della Musica Saturnia©, si propone di diffondere nel mondo le specifiche funzioni custodite in questo metodo musicale, a prescindere dallo stile e dalla lingua parlata adottati nella Musica. Incredibili analogie con la storia remota riguardanti Italia centro-meridionale, Grecia, Turchia, Spagna, Africa del nord, America Latina… e gran parte del Medio Oriente, sono oggi incontrate anche in Brasile, grazie a questa ricerca storica, culturale e artistica.
In Brasile negli stati di Bahia, Alagoas e Pernambuco, R.D. svolge sessioni, workshops, conferenze e concerti. Collabora con autori e musicisti brasiliani con i quali è anche condiviso un progetto chiamato Toscana-Bahia e Retorno -“BossaMuSa Festival”: un “Ponte luminoso Culturale e Musicale” tra due Paesi che condividono antichissimi legami culturali. Questo progetto prevede concerti, incontri e conferenze sia in Italia che in Brasile. Alcune delle opere musicali e letterarie realizzate da R.D. tra cui il libro della Musica Saturnia©, sono tradotte in portoghese.
R.D. conduce corsi e attività didattiche sulla teoria, sul metodo di composizione e sulla funzione della Musica Saturnia© www.musicasaturnia.com
Nel 2013-2014-2015 a Paulo Afonso, Lençois-Chapada Diamantina (nello stato di Bahia nei creches “Casulo Irmao Luis e Menino Jesus”) a Gloria-Bahia (Sessões Professores das Creches e Pré-Escolas) Delmiro Gouveia – Salgado (nello stato di Alagos Escola São José con il patrocinio CHESF e coordinamento dell’Istituto de Ecologia Humana – Recife-PE), R.D. ha svolto sessioni collettive e individuali di Musica Saturnia© su bambini, adulti e professori. I risultati conseguiti dal lavoro svolto con le Sessioni di Musica Saturnia, sono riportati sui Relatorî redatti dalle professoresse degli istituti con le quali R.D. ha collaborato per lo svolgimento delle sessioni di Musica Saturnia tra cui: la Prof.sa Dulce Cleide Marques da Silva-Specializzata in Psicopedagogia Clinica Istituzionale; Prof.sa Micheline Gabriella Nunes Nobrega- Maestranda in Scienze di Educazione- Specializzata in Psicopedagogia Clinica Istituzionale, Psicanalista, Specialista in Risorse umane e Gestione della Persona, Pedagoga; Prof.sa Eliziana Gomes da Silva- Specializzata in Psicopedagogia Clinica Istituzionale, Pedagoga.
Link:http://www.curteaqui.com.br/o-italiano-riccardo-ducci-realiza-no-brasil-o-projeto-musica-saturnia/
Link: http://www.curteaqui.com.br/apresentacao-do-projeto-musica-sartunia-no-natal-social-em-paulo-afonso-bahia/
“L’opera del Gilgamesh inoltre, resta un progetto che tende la mano al ritrovamento dei valori profondi e fuori dal tempo, appartenenti all’Uomo di ogni epoca. Varie traduzioni si sono susseguite negli anni dopo il ritrovamento in Mesopotamia, delle antiche tavolette contenenti il Gilgamèsh; ma il senso più autentico del loro contenuto, racchiude un messaggio di continuità fra l’antico passato e il più lontano futuro, un messaggio che intende tramandare Amore e Saggezza nella più intima dimensione di eternità. Questo CD (Agadè-Ispirazioni dal Gilgamesh), contiene musiche e testi particolari che conservando la metrica dei versi saturni, vuole suscitare un risveglio vero e proprio della coscienza, trascinando l’ascoltatore in quella dimensione terrena meravigliosa chiamata EDEN che un tempo abitava il nostro mondo, quando l’uomo comunicava con Dio pronunciando parole vere. La musica saturnia può risvegliare nell’ascoltatore questo tipo di coscienza, in quanto è una musica, un canto, capace di coinvolgere, simultaneamente sia l’emisfero destro che l’emisfero sinistro del cervello che è l’organo ricettivo per eccellenza. Questo progetto si può applicare su adulti e bambini attraverso l’ausilio di una musica che può essere eseguita in qualunque stile o genere, quale Rock, Bossa, Jazz. Caratteristica fondamentale della musica saturnia infatti, è che nel suo repertorio si possono trovare i più diversi generi o stili, allo scopo di raggiungere ogni tipo di coscienza musicale –o gradimento. È per questo motivo che nello standard musicale Saturnio, sono eseguite musiche con melodie e testi più e meno impegnati: in funzione del contesto, possono essere legati puramente all’ascolto strumentale, al canto, all’intrattenimento, al rock, al pop, fino alla meditazione, proprio al fine di avvicinarsi alla persona e alle sue infinite caratteristiche. L’iniziativa di svolgere in Brasile incontri terapeuitici in favore di bambini di scuole e asili, è nata per Riccardo Ducci nel 2013 dall’incontro nella città di Paulo Afonso, con il coordinatore delle scuole locali Professor Felice Ferrari. Il suo progetto si è svolto negli asili “Creche Casulo Irmao Luis” che si trova nel Bairo Senhor de Bonfim e “Creche Menino Jesus” nel Bairo BTN, nello stato di Bahia, ma anche nella scuola “São José” di Salgado in Delmiro Gouveia nello stato di Alagoas, coinvolgendo bambini di età compresa fra i 4 e i 6 anni per la durata di due o tre mesi con due incontri settimanali. Al termine del corso didattico tenuto da Riccardo Ducci, le insegnanti hanno potuto verificare concreti miglioramenti nella maggiore capacità di apprendimento e di concentrazione da parte dei bambini. E’ stata questa un’ulteriore esperienza per altro inedita, a favore delle grandi potenzialità emotive e terapeutiche custodite all’interno delle armonie realizzate dalla Musica Saturnia di Riccardo Ducci che di certo troveranno sempre maggiore seguito e consenso in Brasile e oltre ancora.

Sito web www.musicasaturnia.com

CONDIVIDI
Articolo precedentePrecisione svizzera della Fiorini MGM: quinta vittoria consecutiva in Coppa Coppe
Articolo successivoLa Pantofla di Cervia
Rosetta Savelli coltiva da sempre l'amore per la musica, la letteratura e l'arte. Ha pubblicato 4 libri: un racconto, una raccolta di poesie e due romanzi. Ha partecipato a numerosi concorsi letterari ottenendo riconoscimenti e pubblicazioni. Il suo romanzo "La Primavera di Giulia" è stato pubblicato dal Ponte Vecchio in Cesena nel 2006. Il racconto "Iris e Dintorni" e la raccolta di poesie "Le Magie che mi soffiano lontano" sono stati pubblicati nel 2002 dalla Firenze Libri e sono stati presentati alla 55° Fiera del Libro di Francoforte nel 2003. Nel 2009 ha partecipato al Premio Letterario Firenze per le Culture di Pace, dedicato a Tiziano Terzani ed è stata inserita nel volume antologico "Racconti per la Pace" con il racconto "Il Mondo nella piazza davanti a casa mia". Nel 2014 ha partecipato al Concorso Big Jump con il suo ultimo romanzo pubblicato in Amazon “Celeste (Da qui a Hollywood la strada è breve)” risultando 15° fra 220 concorrenti. Nel mese di ottobre 2015 Rosetta Savelli ha vinto il III° Premio alla V° Edizione del Premio Kafka Italia 2015 in Gorizia, presso Kulturni C Lojze Bratuž, con il Racconto “Iris e Dintorni” edito nel 2003 dalla Firenze Libri. Nel mese di aprile 2017 Rosetta Savelli insieme all'artista Daniele Miglietta ha vinto il Premio della Critica in occasione della I°Edizione del Concorso online “Poesia a Colori”. Rosetta Savelli ha partecipato con la poesia “Se sei donna ti diranno che ti manca” abbinata all'opera pittorica di Daniele Miglietta “Sleeping on flowers”. Collabora con la rivista di arte contemporanea "Juliet art magazine" con sede a Muggia (Trieste) e diretta da Roberto Vidali. Collaborazione nata nell'anno 2014 e tutt'ora in atto.