giapponese

Wanderlust è una parola di origine tedesca che esprime il desiderio di muoversi, di viaggiare, di esplorare il mondo, di conoscere culture sconosciute e di fare nuove esperienze. Ora Wanderlust -風来坊 sarà in Giappone, nel mese di agosto 2016. L’Esposizione Wanderlust – 風来坊 organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Osaka è la stessa mostra che è stata proposta alla Giudecca in Venezia, nel mese di aprile 2015 presso lo spazio Bocciofila. 

La mostra è stata patrocinata dalla Fondazione Italia Giappone e dal Consolato Giapponese in Milano. In Giappone saranno due le mostre organizzate e conseguenti alla prima, realizzata in Italia che ha riscosso un notevole successo di critica e di pubblico. Le due due mostre, organizzate nel Paese del Sol Levante sono patrocinate una dall’Istituto Italiano di Cultura di Osaka e l’altra presso l’Atelier Shogoro a Noda.

Ōsaka 大阪市, letteralmente significa “grande pendio”, è una città molto importante del Giappone di circa 2,7 milioni di abitanti che è situata nella regione del Kansai, nell’isola di Honshu, alla foce dei fiumi Yodo e Yamato. È la capitale dell’omonima prefettura e la seconda città del Giappone per numero di abitanti. Inoltre va sottolineato che la mostra presso l’Atelier di Shogoro è molto significativa in quanto è di fatto la prima volta che dei ceramisti italiani espongono in un laboratorio atelier giapponese dove vengono condivisi i segreti dell’arte giapponese. La scuola di ceramica (Gorogama) gode di grande fama e prestigio internazionale. L’Atelier Shogoro è strutturato in due piani, il primo piano è riservato allo studio. mentre il secondo piano è riservato alle mostre e qui si può trovare anche uno spazio dedicato alla cucina e all’ospitalità, al fine di rendere più completo e gradevole lo scorrere lento del tempo.

Wanderlust – 風来坊 esprime una filosofia ed un concetto in armonia e in sintonia con il pensiero del Paese del Sol Levante. Le linee di confine sono sequenze di curve o lunghe linee rette, demarcazioni che gli Stati danno a loro stessi per opera di trattative, di appartenenze in continuo divenire. Le stesse linee presuppongono qualcosa che sta da una parte e dall’altra, prevedono un interno e un esterno, ipotizzano l’appartenenza o meno ad un certo gruppo. I limiti non delineano solo ciò che si vuole includere, ma anche cosa si vorrebbe escludere. Si tratta dunque della riproduzione grafica di un’operazione mentale, dove i confini rimandano inevitabilmente all’azione di attraversamento: esercitato col commercio, coi viaggi, colle migrazioni oppure anche con le guerre. 

Gli artisti saranno ospiti a Radio Sakura FM dove saranno intervistati dalla presentatrice e giornalista Kazuko Nakajima . Durante l’intervista gli artisti evidenzieranno l’importanza della manualità e la condivisione di percorsi creativi con artisti provenienti da diversi paesi.
Luogo: Nakanoshima Festival Tower 17F Osaka JP. Dal 7 al 14 agosto – Vernissage イタリア Style 7 Agosto ore 6 pm. Gli artisti italiani che esporranno saranno Collettivo C13, Matteo Bagolin, Carola Castagna, Stefano Giglio, Elena Lombardi.
Gli artisti giapponesi che esporranno saranno Hidemi Terada, Masako Sato, Masanori Takamori, Saori Yabe, Yoshiharu Miyahara, Rie Miyatake, Tae Ikeda.
Info: Istituto Italiano di Cultura di Osaka http://www.iicosaka.esteri.it/IIC_
Atelier di Shogoro http://shogoro.firenzeitalia.org/?page_id=112
Radio Sakura FM http://sakura-fm.co.jp/
Contatti Istituto italiano di Cultura -Osaka Nakanoshima Festival Tower 17F Nakanoshima 2-3-18, Kita-ku, Osaka Tel: 06-6229-0066.

CONDIVIDI
Articolo precedenteVisita all'ex Gallerie Caproni di Predappio, ora impianti all’avanguardia
Articolo successivoL’esempio di Giorgina Saffi
Rosetta Savelli coltiva da sempre l'amore per la musica, la letteratura e l'arte. Ha pubblicato 4 libri: un racconto, una raccolta di poesie e due romanzi. Ha partecipato a numerosi concorsi letterari ottenendo riconoscimenti e pubblicazioni. Il suo romanzo "La Primavera di Giulia" è stato pubblicato dal Ponte Vecchio in Cesena nel 2006. Il racconto "Iris e Dintorni" e la raccolta di poesie "Le Magie che mi soffiano lontano" sono stati pubblicati nel 2002 dalla Firenze Libri e sono stati presentati alla 55° Fiera del Libro di Francoforte nel 2003. Nel 2009 ha partecipato al Premio Letterario Firenze per le Culture di Pace, dedicato a Tiziano Terzani ed è stata inserita nel volume antologico "Racconti per la Pace" con il racconto "Il Mondo nella piazza davanti a casa mia". Nel 2014 ha partecipato al Concorso Big Jump con il suo ultimo romanzo pubblicato in Amazon “Celeste (Da qui a Hollywood la strada è breve)” risultando 15° fra 220 concorrenti. Nel mese di ottobre 2015 Rosetta Savelli ha vinto il III° Premio alla V° Edizione del Premio Kafka Italia 2015 in Gorizia, presso Kulturni C Lojze Bratuž, con il Racconto “Iris e Dintorni” edito nel 2003 dalla Firenze Libri. Nel mese di aprile 2017 Rosetta Savelli insieme all'artista Daniele Miglietta ha vinto il Premio della Critica in occasione della I°Edizione del Concorso online “Poesia a Colori”. Rosetta Savelli ha partecipato con la poesia “Se sei donna ti diranno che ti manca” abbinata all'opera pittorica di Daniele Miglietta “Sleeping on flowers”. Collabora con la rivista di arte contemporanea "Juliet art magazine" con sede a Muggia (Trieste) e diretta da Roberto Vidali. Collaborazione nata nell'anno 2014 e tutt'ora in atto.