Scotti Forlì Calcio

San Marino – Forlì: 3 – 1

Dopo due vittorie e un pareggio il Forlì cade pesantemente al San Marino Stadium in una gara importantissima in chiave salvezza. Deludenti i Galletti, autori soprattutto di un inguardabile primo tempo, mentre il San Marino, più ordinato e cinico, ha portato a casa il risultato con pieno merito. Ottime le prove di Sensi, ispirato e decisivo il fantasista scuola Cesena, e Cruz. Se la squadra del Titano è ultima in classifica (a quota 30) e il Forlì è poco più in su (a 40) il motivo è semplicissimo: le due compagini sono rispettivamente ultime e penultime nella graduatoria dei punti arpionati fuori dal prato amico: il San Marino in trasferta ha raccolto 4 pareggi, i Galletti 2 vittorie e 4 pareggi (10 punti). Nel Forlì fuori Catacchini per squalifica. Tra i titolari in campo i due ex Scotti e Capellini. Cronaca. Che sia una partita dalla posta in palio altissima lo si capisce dai contatti di gioco e dal nervosismo che serpeggia. Subito ammonito Hamlili per un brutto fallo su Cruz. Al 7′ punizione tagliata di Sensi che sfila pericolosamente in tutta l’area biancorossa. Il Forlì si rifugia in angolo. Il fantasista, ex Cesena, Sensi è molto ispirato e al 15′ ci prova da posizione molto defilata ma Scotti para. Al 19′ la punizione di Docente è neutralizzata da Vivan. La fascia di sinistra del San Marino è più attiva, mentre per gli ospiti la catena destra è in evidente affanno. Sprofondare nelle sabbie mobili dell’incertezza difensiva è nel dna dei Galletti e difatti, anche questa volta, ed esattamente al 22′, si palesa la solita ingenuità difensiva del Forlì che non fa scattare il fuorigioco e così Musetti può involarsi tutto solo, sbilanciare Scotti, e segnare la rete del vantaggio. Sempre pericolosi i Titani, punizione tagliata che mette scompiglio in area romagnola. La prima occasione su gioco manovrato per i forlivesi arriva al 29′ con un tiro che esce di poco sopra la traversa. Sempre più pericolosi i bianchi di casa con Musetti e Soligo che per un soffio non perforano l’incerta difesa biancorossa. Al 36′ calcio di rigore per atterramento di Sensi. Un minuto dopo è lo stesso Sensi che nel penalty spiazza dagli undici metri il portiere per il raddoppio. Padroni di casa meritatamente col doppio vantaggio senza fare mirabilie, ma che, come il ragno, hanno solo aspettato che i forlivesi s’infilino nella vischiosa tela. I due minuti di recupero si concludono con un tiro della disperazione di Docente emblema di un primo tempo altamente insufficiente per i Galletti. Secondo tempo. Al 51′ l’infortunato Docente esce zoppicando per l’entrante Morga. Al 53′ conclusione debole e centrale di Musetti; l’estremo ospite para a terra. Continuano le indecisioni difensive nelle vie centrali dei biancorossi ma il San Marino ha la pancia piena e non ne approfitta. Al 56′ Diawara impegna Scotti che devia come può. Esce Hamlili per Pettarin. Al 57′ Capellini e Morga vengono atterrati in area: calcio di rigore (più per l’intervento di Cruz su Morga) per i Galletti. Al 59′ Morga realizza dal dischetto la sua prima rete stagionale riaprendo la gara. Il centinaio di tifosi forlivesi comincia ad intonare “Noi ci crediamo” e gli undici biancorossi proveranno a reagire? Migliora solo leggermente il giro-palla e il centrocampo, dopo una partita molto scadente e senza idee, dà qualche timido segnale di vitalità, ma i Repubblicani amministrano senza troppi affanni. Casini è vittima di crampi, Firicano ridisegna la squadra in virtù dello svantaggio e mette dentro Rosafio. Al 78′ occasionissima per Melandri che tutto solo conclude a rete ma Vivan manda in angolo per un soffio. Il San Marino abbassa il baricentro e gli ospiti spingono. Rosafio calcia ma trova la rete esterna. All’82’ in scivolata Musetti impegna Scotti ben piazzato. Sul ribaltamento di fronte Melandri viene murato da Vivan. Ammonito Cuffa per un fallo su Melandri. Bella azione di Sensi che crea il panico in area biancorssa, ma è troppo egoista e la sua conclusione è neutralizzata da Scotti. Esce Musetti entra Bangal che chiude subito la partita realizzando in contropiede un bell’assist di Sensi. Con la vittoria della 37° e penultima giornata del campionato LegaPro girone B, il San Marino sale a quota 33 mentre il Forlì resta a 40 per una salvezza che dovrà essere conquistata molto probabilmente attraverso i playout.

San Marino: Vivan; Benassi, Fogacci (Cap), Cammaroto; Bationo, Cuffa, Diawara (76′ Varone), Soligo, Cruz; Sensi (92′ Dia Pape); Musetti (88′ Bangal). A disp.: Renzetti, Ferrero, Palazzi, Baldazzi. All.: D´Adderio Salvo Fulvio.
Forlì: Scotti; Casini (74′ Rosafio), Jidayi, Drudi, Pastore; Hamlili (56′ Pettarin), Cejas (Cap), Arrigoni T.; Capellini; Docente (51′ Morga), Melandri. A disp.: Casadei, Arrigoni L., Fantoni, Bisoli. All.: Aldo Firicano.
Arbitro: Antonio Di Martino di Teramo. Assistenti: Massimo Galetto di Rovigo; Giovanni Baccini di Conegliano Veneto (Tv).
Marcatori: 22′ Musetti (SM), 38′ rig. Sensi (Sm), 59′ rig. Morga (F), 89′ Varone (SM).
Note – Ammoniti: Cruz, Bationo, Varone (SM); Hamlili, Arrigoni T., Docente (F). Corner: 2-4 per il Forlì. Recupero: 2′ – 3′.