Ristorante “Casa tua” da Silvano

0
Letture: 13449

Ristorante “Casa tua” da Silvano
Indirizzo: viale Cavour, 22 – Cesenatico FC
Recapiti tel.: 0547 – 672429
Giorno di chiusura: lunedì (sul biglietto da visita non è indicato).
Orario di esercizio: mezzogiorno e sera
Chiusura per ferie: invernale, 2 settimane
Si può prenotare e accettano tutte le Carte di Credito.
Come arrivare, itinerario consigliato: Portarsi a Cesenatico, prima del porto canale a sinistra la strada che porta alle colonie: lo troverete sulla destra.
Il locale è climatizzato e ha sale all’aperto.
Parcheggio: sulle strada, pochi posti.
Questa recensione viene redatta a seguito di mie pluriennali conoscenze personali e varie visite del locale per capire standard dello stesso. “Silvano” lo conosco da almeno vent’anni essendo stato uno dei soci di un importante ristorante in Cervia di mia frequentazione. Ma un giorno Silvano saluta i suoi soci, si separa da questo bel locale, con vista sulla Darsena di Cervia, ed apre questo locale in Cesenatico: “Casa Tua”. Nella mia intervista, Silvano mette in chiaro che trattasi di “Conduzione familiare” un importante concetto che regge proprio la ristorazione medio/piccola: la cucina è seguita da lui personalmente coadiuvato dalla figlia, dalla moglie e da due assistenti che definiremo, senza offesa, “sotto-cuochi”. L’acquisto della “materia prima”, il pesce, sempre rigorosamente freschissimo, è l’arduo compito del Silvano: telefonando per prenotare, se troverete la segreteria telefonica, potrete sentire il messaggio: “non risponde nessuno poiché sono nel porto a cercare il pesce per voi”! La passione di Silvano, sono le “crudité” che lui stesso ama descrivere come: “argomento di cui nessuno parla mai bene”. Come ho già detto su altre recensioni, bisogna esser severi per il goloso pesce-crudo, è un argomento serio che va visto con cautela: qui chi sbaglia, crea seri problemi alla nostra salute, persino epatiti ed altro.
Silvano ha solo un “Menù della giornata” identificato nel “pescato”, quindi potrai trovare pesce crudo ed avrai già una sicurezza data dal pesce freschissimo, inoltre sappi che verrà abbattuto a -22° come “obbligata scelta” (cioè per Legge, n.d.r.).
Mi ha citato l’esempio di un “povero” tonno pescato alle Maldive e lavorato in Polonia (!), quindi mi dice che viene “buttato” sul mercato italiano: questo tonno errante, pur essendo in regola per la legge, viaggia da 1 a 2 mesi in frigo, immaginatevi che freschezza! Il mio intervistato sostiene che quel bel colore “rosso” è anche dato da una iniezione fatta a priori per aumentare la vivacità, oltre a conservanti, ed altro ancora: mi ha un po’ sconcertato. Il tonno, appena pescato, viene subito pulito, ben sviscerato e tolto della testa dato che è dalle interiora e dal capo che partono i problemi dei virus e vermi vari.
“Casa Tua” è il motto che ama Silvano mi ripete sempre fiero di sé spiegandomi che “ognuno deve sentirsi libero e tranquillo come a casa propria”. Appena entri trovi un grande tavolo immagino per la “comune”, ciò mi ricorda il famoso “tavolone a ferro di cavallo dei rappresentanti del Ristorante il Lurido” a Rimini, parlo di almeno 35 anni fa, uno dei primi che credette in questa tipologia di sistemazione, che non c’è più. Ognuno come a casa propria, rilassato e libero di fare, come quel cliente che, mentre io mangiavo, si è fumato tre sigarette, una dietro l’altra, non curante della sacra legge che vieta, dopo 50 anni di sofferenze, il fumo nei ristoranti.
Dimensione del locale: Medio/grande, con 2 sale.
Note sul locale e la tavola: caratteristico, fine, di buon gusto.
Servizi igienici: buoni.
La Cucina come area: moderna, razionale, pulita.
Altre eventuali note sulla cucina: qui vai per pesce, solo pesce.
Direzione: Silvano Albonetti.
Chef: la figlia, lui e due assistenti.
Target $$$: alto.
Descrizione Menù:
Voti “scolastici”: da 1 a 10.
– Antipasti: Crudo: Ricciola; Tonno; Scampetti; Cappescante; ecc (Voto: 10)
– primi piatti: Spaghetti col sugo di pesce del mercato (Voto: 8)
– secondi piatti: Pesce cotto su carta oleata alla griglia: Calamaretti; Sardoncini; Triglie; Moetti; Soglioline; Mazzancolle (Voto: 9)
– contorni: di stagione (evidenzio un coreografico pinzimonio).
– dolci: dell’ottimo gelato, hanno la macchina per farlo al momento, vari gusti.
– caffè, amari: per i più esigenti.
– Nel Cestino: grissini fatti a mano; diversi tipi di pane; schiacciatina fatta a mano.
I voti globali: Locale= 9 + ; Servizio = 9 ; Menù = da 7 a 10. 
Note sul menù/Piatti consigliati: Cruditè, e… secondo il pescato!
La Cantina/Carta dei Vini: vanta 300 etichette, anche importanti, bianchi in primis.
E la carta …dell’Acqua!!!: Lurisia, una signora-acqua.
L’Olio, il sale & l’Aceto: buon livello.
“Sulla Porta”. Il locale è citato su queste Guide:
4live.it
Prossimamente: “Guida web del buon mangiare a ristorante in Italia” (by P. Arpinati).
Puoi anche provare in zona (vedere recensioni/segnalazioni, indicarle):
– Luciano, pesce,carne e pizza (recensito su 4live);
– “Quì burdèl”, trattoria di pesce (recensito su 4live)
– La Buca, C.so Garibaldi,41 (Ottima segnalazione/3° livello –il max- in fase di recensione)
Cosa c’è da vedere in zona: Cesenatico, bellissima cittadina, il porto canale leonardesco; il museo Pantani.
Merita un Week-end in zona? Ovviamente si.
In definitiva: Per lavoro a mezzogirono e per cene di pesce, anche importanti.
Le distanze. Da Forlì: circa 30 minuti (FO-Cervia, a destra per Cesenatico); BO: 1 ora e ½; Milano: 340 km. Roma: 440 km.

Gigi Arpinati

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa Via Crucis vivente della chiesa di San Paolo
Articolo successivoSeparati alla nascita (31)
Sono un 62enne con 40 anni di attività professionale sulle spalle. Per divertimento mi avvicinai alla cucina, poi un magnete mi attirò verso la passione sui Ristoranti. Il caso volle che divenni un segnalatore per la guida di Veronelli, "I Ristoranti di Veronelli". La mia vita professionale mi ha portato a girare Italia e Francia. Sono un curioso che ha sete di notizie. Riservato ed anonimo, sempre!