Il Sindaco: “Non ho la facoltà di vietare la manifestazione di Forza Nuova”

0

A lanciare l’appello contro la manifestazione di Forza Nuova di sabato a Forlì in Piazza Saffi sono state le associazioni “Il Progresso delle idee” e “La materia dei Sogni”. I presidenti delle rispettive associazioni hanno preso carta e penna e scritto a quattro mani la seguente lettera indirizzata al sindaco di Forlì:

«Gentile Sig. Sindaco Davide Drei, apprendiamo da notizie di stampa che, il prossimo sabato, si terrà in piazza Saffi una manifestazione che, riproponendo – nei fatti – schemi e slogan inneggianti all’odio razziale, cercherà di riportare decenni indietro l’orologio delle lotte sociali, nonchè l’evoluzione politica e culturale della nostra Città e dei cittadini che la abitano. La forza politica che ha promosso la manifestazione – di palese ispirazione neofascista – non è nuova a queste iniziative le quali, per altro, si stanno moltiplicando con una velocità e frequenza impressionanti. A nessuno sfugge l’intento palesemente e biecamente provocatorio, sia dell’argomento che del luogo scelto; parlare di “razza” e contrasto all’immigrazione in Piazza Saffi, vuol dire – sic et simpliciter – arrecare ulteriori offese ai personaggi che in quel luogo si sono immolati per la libertà e calpestare la storia democratica di Forlì e le tradizioni di accoglienza del popolo romagnolo. Le scriventi associazioni le rivolgono un accorato appello a fare quanto in suo potere affinché non si compia questo scempio inaudito, anche rappresentando – nei confronti di chi la manifestazione ha autorizzato – lo stato d’animo di tutti quelli che, convinti democratici, non possono tollerare che quel luogo “simbolo” di Forlì sia costretto a subire gesti “nostalgici” e parole xenofobe e razziste, come purtroppo è già avvenuto in passato…»

Associazioni “Il Progresso delle idee” e “La materia dei Sogni”

Di seguito al risposta del sindaco di Forlì Davide Drei

«Sabato prossimo – risponde il Primo Cittadino di Forlì – è in programma a Forlì una manifestazione organizzata da Forza Nuova dai toni inaccettabili e provocatori sul tema dell’immigrazione. La manifestazione dovrebbe svolgersi nel cuore della nostra città, nella nostra amata Piazza Saffi, già teatro poche settimane fa di un’altra iniziativa di stampo neofascista. Come sindaco non ho la facoltà – sul piano giuridico – né di autorizzare né di vietare simili raduni, ho ritenuto però quanto mai doveroso scrivere a Prefetto e Questore e chiedere di non concedere la Piazza per una manifestazione dagli esiti non facilmente prevedibili. Ribadisco la mia fiducia nell’operato delle Forze dell’Ordine impegnate a garantire la sicurezza dei cittadini, ma le ragioni che mi spingono a chiedere che la richiesta di Forza Nuova non venga accolta, sono evidenti. La Piazza non può e non deve essere il luogo in cui si fomenta l’intolleranza e la discriminazione. Così come non può essere luogo di contrapposizione violenta, anche se fosse solo verbale. La Piazza deve essere il luogo dell’incontro, della pace e del dialogo. Uno spazio accogliente per le famiglie e per tutti forlivesi che amano e vogliono vivere la propria città. E deve continuare ad esserlo».

Davide Drei sindaco di Forlì