A CESENA CON LA ROSSA NEL CUORE. Articolo di Rosetta Savelli
A CESENA CON LA ROSSA NEL CUORE. Articolo di Rosetta Savelli

I lavori artistici di Gionatan Alpini, nato a Cesenatico il 21 marzo 1978, trasudano di interiorità che a tratti appare come oscurata e oppressa, in continua ricerca di una via che dia maggiore possibilità di spazi e di luce. Molto efficaci sono anche i suoi lavori a tempera spatolata, realizzati con linee essenziali ma al tempo stesso ricche di espressività. Ritorna anche qui insistente il desiderio di ricercare vie di accesso o anche di fuga che possano dare maggiore respiro o anche senso. L’espressività artistica di Gionatan ricerca costantemente spazi eterei, nell’intento propulsivo di elevarsi e di innalzarsi altrove, verso luoghi aperti, infiniti e ariosi. Su tutte le tue opere emerge prepotentemente un lavoro di ricerca introspettivo, che si rivela essere quasi un’urgenza di trovare luminosità e ampiezza. In questo contesto si inserisce pienamente la sua partecipazione all’evento “Tributo  Ayrton Senna” svoltosi ad Imola, dove l’artista romagnolo ha proposto due opere centrate sulla figura del pilota brasiliano che hanno riscosso enorme successo e che lo hanno decretato come l’artista ufficiale del club Ferrari.

Infatti in occasione del pranzo sociale che si è svolto nel mese di gennaio 2015 del club Ferrari dell’Emilia Romagna, che si è tenuto presso l’hotel Cavallino di Faenza, Gionatan Alpini ha esposto le sue opere dedicate al cavallino rampante. Le opere qui esposte si ricollegano alle sue ultime creazioni artistiche che l’artista ha intitolato “La vecchia Romagna”. Sono opere realizzate a tempera spatolata su carta patinata e su forex, materiale plastico costituito di PVC espanso o semi-espanso, conosciuto anche come Vekaplan e che riuniscono sia le ricerche introspettive dell’artista e sia le peculiarità della Terra di Romagna, in continua evoluzione fra tradizione e modernità. Nelle opere realizzate per il club Ferrari spicca il colore rosso, tonalità inconfondibile di un marchio inconfondibile. Gionatan si esprime con la medesima disinvoltura e con la medesima efficacia sia attraverso la pittura e sia attraverso la scultura. Numerose sono state le esposizioni artistiche alle quali ha partecipato, ricevendo meriti e consensi.

Nel 2012 ha vinto il 1° premio Art Festival Città di Cesena presso il Parco Ippodromo ed ha partecipato a diverse esposizioni nella Città di Cesena. Nel 2013 Gionatan Alpini ha esposto in diverse Città d’Italia fino ad approdare a Dubai nel mese di novembre in occasione del Italian Festival Week presso Italiaportray Gallery. Nel 2014 ha partecipato ad altre numerose e prestigiose mostre, espandendosi ulteriormente. Nel mese di maggio 2014 ha partecipato a “Tributo a Senna” in collaborazione con la Scuderia Ferrari Club Autodromo Enzo e Dino Ferrari a Imola. Nel mese di giugno 2014 in occasione della “Notte Rossa” svoltasi a Maranello, ha parteipato all’evento “Tributo a Schumacher” con la Scuderia Ferrari Club Forlimpopoli Maranello. Nel mese di luglio 2014 ha partecipato alla Mostra evento con la Scuderia Ferrari all’interno della Dimostrazione di Pittura Estemporanea con le sue opere “La vecchia Romagna” presso Piazza del Popolo a Cesena. Nel mese di novembre 2014 Gionatan Alpini ha nuovamente collaborato con la Scuderia Ferrari e le sue opere sono andate in onda nella ultima puntata della diretta televisiva “Griglia di partenza”. Per concludere infine l’anno brillantemente, nel mese di dicembre 2014, partecipando a Ferrari Art all’interno della Mostra evento con la Scuderia Ferrari club presentando le sue opere “La vecchia Romagna” durante la Dimostrazione di pittura estemporanea presso il Motor Show a Bologna Fiere. Sinceramente penso che questo artista romagnolo, nato in riva al mare, possa riuscire ad elevarsi sia simbolicamente che espressivamente e che possa riuscire a volare sempre più in alto come nelle sue opere “La vecchia Romagna” e che contemporaneamente possa riuscire a correre sempre più velocemente come il Cavallino rampante e roboante che contraddistingue la Scuderia più prestigiosa al mondo. Info: Alpini Gionatan: email: alpinigionatan@libero.it, https://www.facebook.com/GionatanAlpini?fref=ts.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLinda Scattolin non ce l'ha fatta: morta l'ex triatleta dell'Edera
Articolo successivoIl libro di Paolo Poponessi "Dixie, storia italiana della Guerra Civile Americana"
Rosetta Savelli coltiva da sempre l'amore per la musica, la letteratura e l'arte. Ha pubblicato 4 libri: un racconto, una raccolta di poesie e due romanzi. Ha partecipato a numerosi concorsi letterari ottenendo riconoscimenti e pubblicazioni. Il suo romanzo "La Primavera di Giulia" è stato pubblicato dal Ponte Vecchio in Cesena nel 2006. Il racconto "Iris e Dintorni" e la raccolta di poesie "Le Magie che mi soffiano lontano" sono stati pubblicati nel 2002 dalla Firenze Libri e sono stati presentati alla 55° Fiera del Libro di Francoforte nel 2003. Nel 2009 ha partecipato al Premio Letterario Firenze per le Culture di Pace, dedicato a Tiziano Terzani ed è stata inserita nel volume antologico "Racconti per la Pace" con il racconto "Il Mondo nella piazza davanti a casa mia". Nel 2014 ha partecipato al Concorso Big Jump con il suo ultimo romanzo pubblicato in Amazon “Celeste (Da qui a Hollywood la strada è breve)” risultando 15° fra 220 concorrenti. Nel mese di ottobre 2015 Rosetta Savelli ha vinto il III° Premio alla V° Edizione del Premio Kafka Italia 2015 in Gorizia, presso Kulturni C Lojze Bratuž, con il Racconto “Iris e Dintorni” edito nel 2003 dalla Firenze Libri. Nel mese di aprile 2017 Rosetta Savelli insieme all'artista Daniele Miglietta ha vinto il Premio della Critica in occasione della I°Edizione del Concorso online “Poesia a Colori”. Rosetta Savelli ha partecipato con la poesia “Se sei donna ti diranno che ti manca” abbinata all'opera pittorica di Daniele Miglietta “Sleeping on flowers”. Collabora con la rivista di arte contemporanea "Juliet art magazine" con sede a Muggia (Trieste) e diretta da Roberto Vidali. Collaborazione nata nell'anno 2014 e tutt'ora in atto.