“Passioni Argentine” al teatro Dragoni

0

Domenica 1 marzo, alle ore 17,00, al Teatro Dragoni di Meldola avrà luogo uno spettacolo dedicato alle donne e finalizzato a sostenere il progetto ‘Media education, digital generation’, che coinvolgerà 800 studenti delle classi seconde e terze delle scuole secondarie di primo grado di Forlì per farli riflettere sui condizionamenti e le insidie della rete e dei social network.

Domenica 1 marzo alle ore 17,00 infatti va in scena al Teatro Dragoni di Meldola lo spettacolo ‘Passioni Argentine’, organizzato dai 4 Lions Club Forlivesi: Forlì Host, Forlì Valle del Bidente, Forlì Giovanni De’ Medici e Forlì Cesena Terre di Romagna.
L’evento, dedicato alle donne in vista della festa dell’8 marzo, vedrà la partecipazione del Tagliata Trio (con Massimiliano Tagliata alla fisarmonica, Massimo Ferri alla batteria e Giuseppe Zanca al basso), accompagnato da una ballerina di balli sudamericani, e sarà allietato dalle esibizioni di due grandi artiste forlivesi: l’attrice e cantante Daniela Piccari e la soprano Federica Balucani (nella foto). Come guest star parteciperà la giornalista di Sky sport e pilota Alessandra Neri.

L’incasso dello spettacolo, al netto delle spese, servirà a finanziare lo studio-indagine per l’educazione degli studenti ai nuovi media: “Media education – Digital generation” promosso dai 4 Lions Club forlivesi. Il progetto parte dal presupposto che i nuovi Media, in particolare i social network, rappresentino un territorio affascinante e facilmente accessibile per i giovani, ma anche insidioso, dove possono trovare spazio anche contenuti e comportamenti potenzialmente dannosi.

La ‘Comunicazione 2.0’, favorisce l’aumento dell’aggressività e cresce sempre di più il numero dei ragazzi vittime di attacchi via Facebook e Twitter. Circa 24 milioni di bambini e adolescenti in tutta Europa sono vittime di bullismo, un fenomeno, che risulta oggi drammaticamente amplificato dall’uso dei social network; negli ultimi 12 mesi sono stati registrati circa 17 mila tentativi di suicidio.
Strumento dell’indagine sarà un questionario, rigorosamente anonimo, elaborato dai 4 Lions Club forlivesi e che sarà distribuito entro il 15 marzo a 32 classi (totale 800 studenti) II e III delle scuole secondarie di primo grado, selezionate dal dirigente scolastico.