volley 2002 forlì

Il Bisonte Firenze – Volley 2002 Forlì: 3-2

(25-19, 15-25, 25-15, 25-22, 15-13)

Al Mandela Forum di Firenze le Aquilotte arrivano per giocarsi il tutto per tutto contro il Bisonte. Coach Vercesi e le sue sanno bene che c’è un unico risultato possibile e questo deve essere la vittoria. La sfida è molto importante anche per la squadra guidata da Francesca Vannini che occupa la terzultima posizione della classifica e distanzia Forlì di 11 punti. C’è poi un’altra sfida nella sfida, quella tra i due opposti, Koleva e Turlea, che rispetto alla scorsa stagione si sono scambiate le divise di gioco.

All’avvio Angelo Vercesi schiera lo starting six titolare, con Stoltenborg alla regia, Ventura e Aguero in attacco, capitan Koleva opposto, Ceron e Neriotti centrali, Filipova libero. Dal lato opposto del campo, Francesca Vannini fa scendere in campo Petrucci al palleggio, Turlea opposto, Negrini e Pascucci in attacco, capitan Mastrodicasa e Calloni centrali, Parrocchiale libero.

Nel primo set le squadre partono guardinghe. Le toscane controllano il gioco e murano gli affondi dell’attacco forlivese, costringendo sul 6 a 3 Vercesi a chiamare il primo time out della partita. Mastrodicasa e compagne respingono gli attacchi e trovano varchi nella difesa delle forlivesi. Si va al time out tecnico sul 12 a 7. Si riprende a giocare ma nulla cambia. Sul 19 a 13 Vercesi mette in campo Lancellotti e Guasti e chiama in panchina Stoltenborg e Koleva. Le romagnole prendono fiato e si riavvicinano. Sul 21 a 17 Vercesi torna a schierare le titolari ma il Bisonte non si fa intimorire e mantiene il vantaggio, chiudendo il set 25 a 19.

Seconda frazione di gioco con le Aquilotte all’attacco. Sul parziale di 4 a 1 a sfavore è Francesca Vannini a dover chiamare la sospensione. Alla ripresa il muro di Stoltenborg e tre schiacciate di Ceron fanno capire che le forlivesi questa sera ci sono, sono concentrate e hanno la guardia alta. Ventura schiaccia a terra per due volte poi, su un errore di Pascucci, arriva il time out, con le nostre avanti di sette lunghezze. Si riprende con una diagonale di Ventura e un muro di Neriotti. Le azzurre si ricompattano e accorciano il distacco. Sul 9 a 14 Vercesi chiama il discrezionale. L’attacco di Forlì macina palle su palle. Sul 10 a 17, Firenze chiama il time out. Lo scambio che porta al punteggio di 11 a 18 è interminabile e si conclude con una diagonale di Aguero che poi subito fa il bis. Capitan Koleva affonda il colpo. L’attacco forlivese funziona a meraviglia e le fiorentine appaiono incredule. Quando accennano una ripresa, sul 15 a 24, coach Vercesi chiama il time out. Alla ripresa, una diagonale di capitan Koleva chiude definitivamente il secondo set a favore di Forlì.

Il terzo set parte con le toscane decise a riscattarsi subito. Sul 4 a 1 coach Vercesi chiama il time out. Le Aquilotte non reagiscono allora il tecnico brasiliano prova a mettere in campo Nazarenko per Ceron e Lancellotti per Stoltenborg. Sull’11 a 2 Vercesi chiama Aguero in panchina che viene sostituita da Potokar. Il time out è delle toscane. Nella seconda parte del set l’andamento non cambia. Forlì non riesce a riprendere in mano le sorti del gioco e alla fine si arrende sul medesimo punteggio con cui aveva piegato le toscane nel secondo set.

Quarto set decisivo. Avanti Forlì nei primi scambi, poi sul 7 a7 si torna all’equilibrio. È una bomba di Koleva a portare Forlì in vantaggio al time out: 10 a 12. La sostanziale parità prosegue anche alla ripresa del gioco. Sul 15 a 16 Vercesi chiama la sospensione. Sono scambi determinanti ed è essenziale restare concentrati. Forlì c’è e si porta sul 19 a 22. Vannini chiama time out: 21 a 22. Ora è Vercesi a chiedere la sospensione. Petrucci alla battuta, Koleva schiaccia. Koleva batte, Neriotti mura: 21 a 24. Il Bisonte riconquista il servizio ma è un muro delle romagnole a riportare il match in parità: 2 a 2 si va al tie break.

Al tie break il primo punto è delle Aquilotte: Aguero schiaccia, mani fuori. Adrenalina in campo. Sul 4 a 3 Aguero mette la palla a terra e conquista parità e battuta. Due schiacciate di Turlea e Negrini portano il Bisonte in vantaggio: 6 a 4. Koleva schiaccia in rete, poi subito si riscatta: 5 a 7. Una palla sporca, prima assegnata dall’arbitro di sedia a Forlì poi, dopo una lunga contestazione delle toscane, attribuita al Bisonte, porta sull’8 a 5 per Firenze. Cambio di campo e subito ace di Mastrodicasa. Due schiacciate di Aguero e Koleva: 9 a 7. Calloni devia un pallone a terra e porta il Bisonte avanti. Errore in attacco di Forlì poi Ventura schiaccia e Neriotti mura: 9 a 11. Sono scambi al cardiopalmo con Firenze avanti. Una bomba di Koleva porta sul 13 a 11, poi battute in rete da entrambe le parti e un errore in attacco di Turlea conducono sul 14 a 13. Il punto decisivo del match arriva su una schiacciata di Aguero murata a terra da Mastrodicasa.

Il Bisonte Firenze: Mastrodicasa 18, Petrucci 4, Turlea 17, Negrini 20, Pascucci 2, Parrocchiale (L), Pietrelli 2, Calloni 23, Vingaretti. Non entrate: Liliom, Poggi, Savelli (L), Bertone. All. Francesca Vannini. Vice Giampiero Gentile.
Muri 18, battute sbagliate 7, errori ricez. 2, ricez. pos 55%, ricez. perf 31%, errori attacco 11, attacco 38%.
Volley 2002 Forlì: Lancellotti, Stoltenborg 3, Ventura 13, Ceron 5, Potokar 1, Nazarenko 8, Guasti 1, Neriotti 6, Aguero 19, Filipova (L), Koleva 21, Ferrara. All. Angelo Vercesi. Vice Giovanni Tassani.
Muri 10, battute sbagliate 7, errori ricez. 7, ricez. pos 50%, ricez. perf 39%, errori attacco 5, attacco 39%.
Arbitri: Silvano Valeriani e Matteo Talento.
Durata set: 24’, 25’, 23’, 28’, 19’; tot. 119’.