Hotel della Città di Forlì

Si è svolto ieri sera all’Hotel della Città di Forlì (purtroppo prossimo alla chiusura con la fine del 2014) il tradizionale incontro annuale per lo scambio degli auguri dell’associazione “E Racoz”. L’omonimo Centro di Cultura Romagnola ha un’attività ultraquarantennale e per l’occasione l’appuntamento di fine anno è stato dedicato all’indimenticabile Secondo Casadei nel 60° anniversario della composizione dell’inno romagnolo “Romagna mia”. Tra gli ospiti dell’evento de E Racoz, presentati dal Minèstar Marino Monti e il Segreteri Alvaro Lucchi, sono stati Riccarda Casadei, figlia di Secondo, il giornalista e scrittore Giuseppe Pazzaglia – che ha presentato il suo libro “Tu sei la stella, Tu sei l’amore” – il sindaco di Forlì Davide Drei, il sindaco di Dovadola Gabriele Zelli, l’assessore del Comune di Forlì Sara Samorì, Sauro Rocchi autore dell’opera “Vicolo Sassi” e i ballerini Miria Casadei e Giancarlo Fabbroni che si sono esibiti negli intermezzi musicali. “La musica romagnola e in particolare quella di Secondo Casadei – ha commentato il sindaco Davide Drei – fanno parte del nostro patrimonio sociale e culturale. Per questi motivi stiamo lavorando affinchè il Primo maggio, dopo o prima dell’appuntamento istituzionale con le organizzazioni sindacali, possano esibirsi le maggiori band o orchestre romagnole della nostra zona“. “Nel nostro progetto la Giunta in classe – ha poi aggiunto Sara Samorì assessore dello sport e eventi istituzionali – cerchiamo proprio di stimolare e pungolare i nostri giovani perchè sentano e percepiscano l’importanza della nostra romagnolità“. Giuseppe Pazzaglia poi, oltre a presentare il suo libro, ha intervistato Riccarda Casadei mettendo in luce gli aspetti più intimi e personali della mitica famiglia di Secondo Casadei.