Musica a Tredozio

Uno straordinario successo di pubblico ha caratterizzato il primo dei cinque concerti dell’Autunno Musicale Tredoziese, stagione concertistica voluta dall’Amministrazione Comunale di Tredozio, dalla Provincia e con la collaborazione dell’Associazione Musicale Diapason, con il contributo di Fondi Europei di sviluppo regionale, stanziati per valorizzare e qualificare il patrimonio ambientale e culturale del territorio. L’ex Chiesa del Monastero della SS. Annunziata è stata la suggestiva cornice di questo evento musicale d’eccezione, salutato da calorosi applausi ed entusiastici consensi. La sala, opportunamente predisposta dai tecnici del Comune per i concerti, coadiuvati dagli stessi cittadini che generosamente hanno offerto la loro collaborazione, è stata allestita in maniera da garantire un’acustica ideale per i due concertisti che hanno riempito di magiche sonorità l’incantevole ambiente. Dopo l’intervento del sindaco Simona Vietina, che ha introdotto il concerto, illustrando ai presenti il senso della manifestazione e gli obiettivi culturali che la stagione concertistica intende perseguire, Carla Mordan al violino e Endrio Luti alla fisarmonica, si sono prodotti in una performance di alto contenuto artistico, deliziando il folto pubblico presente con una serie di commoventi melodie e vertiginosi ritmi di danza tratti dal repertorio musicale della tradizione ebraica e del folclore zigano. Ha colpito l’affiatamento perfetto dei due esecutori e la profondità delle idee, espresse con naturalezza e vibrante intensità, nel segno di un ponderato equilibrio interpretativo. In particolare è emersa la poesia dell’impasto timbrico dei due strumenti e la varietà dei mondi sonori che il duo ha sfoggiato con sicurezza e disinvoltura. Del resto l’esperienza dei concertisti, che si poteva evincere dalla lettura del loro curriculum, è il risultato di una lunga ed eloquente attività concertistica, svolta in Italia, in molti Stati Europei,  in America e in Asia. La sequenza dei brani, proposti in un crescendo di emozioni sempre più coinvolgenti, ha suscitato negli ascoltatori manifestazioni di affetto e di appassionata partecipazione, che al termine del concerto si è palesata con insistenti richieste di bis. Il duo ha concesso due fuori programma e la serata si è conclusa con grande soddisfazione degli organizzatori, che hanno così potuto constatare come la musica di qualità, proposta nei modi e nei tempi più adeguati, riscuota la piena approvazione del pubblico, un pubblico che, insieme ai due interpreti, è stato il vero protagonista della serata. A conferma di ciò merita un encomio la sorprendente attenzione e il religioso silenzio con cui presenti hanno seguito l’esecuzione del duo Mordan-Luti. Il prossimo appuntamento con la stagione di concerti è previsto per sabato 8 novembre presso la chiesa della Compagnia. Si esibiranno alcuni dei migliori talenti provenienti da diversi conservatori di musica italiani, dando vita a una serata ricca e varia. In programma brani di Haydn, Beethoven, Brahms, Chopin e altri celebri compositori. L’ingresso è libero.