Forlì Calcio

Forlì – Teramo: 0 – 1

Seconda sconfitta consecutiva per il Forlì. Romagnoli sconfitti da un Teramo guardingo ma letale con Gianluca Lapadula, autentica spina nel fianco per i difensori di Rossi. Galletti in evidente crisi offensiva (1 rete in 3 partite), con gli avanti biancorossi poco serviti dai centrocampisti e con questi ultimi mai pericolosi negli inserimenti come il modulo 3-5-2 prevederebbe. Due sconfitte pesanti che evidenziano come in questa categoria non sono ammesse pause o disattenzioni. Nel Forlì, in maglia biancorossa, esordio di Hamlili. Teramo in maglia grigia con l’ex portiere Tonti in panca. Primo tempo. Ritmi molto blandi e squadre che giochicchiano senza costruire nulla, tanti passaggi sbagliati da entrambe le parti. Al 10′ Hamlili si mette in mostra arpionando un pallone sul lato sinistro, buona ripartenza ma il suo lancio a tagliare l’area non viene sfruttato dai compagni. Al 12′ primo angolo della gara per il Forlì: batte Cejas, Guidi sfiora di testa con la sfera che termina fuori. Bella iniziativa di Forte sull’out destro, traversone per Pettarin ma la palla esce abbondantemente dai pali di Serraiocco. Al 17′ fuorigioco fischiato al Teramo con la palla che colpisce il palo ma a gioco già fermato dall’arbitro Vesprini. Al 22′ primo corner anche per il Teramo che non sortisce effetti. Al 28′ Lulli batte un calcio da fermo dai 30 metri, Lapadula mette al centro sulla linea del fondo ma nessun teramano ne approfitta. Al 34′ brivido per Scotti, Guidi perde la marcatura di Donnarumma che di testa cerca il palo lungo ma il tiro esce di poco. Al 38′ azione di Docente che fa partire Forte ma i difensore abruzzesi liberano in scivolata dagli 11 metri. Al 41′ altro rischio con Lapadula che sempre da calcio da fermo butta in area e i difensori di casa servono due giocate per liberare. Secondo tempo. Al 46′ Hamlili trova la testa di Forte ma la punta forlivese non riesce a dare forza e la conclusione esce sopra i pali controllata da Serraiocco. Al 47′ Serraiocco libera malissimo sollevando una zolla di terra, ma è attento Diakitè che sbroglia la matassa. Al 50′ Hamlili si libera e al centro dell’area fa partire un sinistro parato in presa a terra. Al 54′ Pettarin segna ma non si tratta di gol annullato perchè l’arbitro aveva già fischiato il fuorigioco. Al 60′ esce Forte entra Castellani. Appena effettuato il cambio sempre al 60′ Lapadula segna un bellissimo gol: partito da destra si accentra e lascia partire un tiro di sinistro che si insacca alla sinistra di Scotti. Al 63′ giallo per Catacchini. Romagnoli sotto choc. Al 69′ secondo cambio per i locali: esce Pettarin entra Djuric. Al 71′ giallo anche per Hamlili. Ancora Teramo pericoloso con Fiore davanti al portiere ma ci pensa Drudi a sventare il pericolo. Al 72′ tiro potente ma centrale di Djuric con Serraiocco che para in due tempi. Al 75′ terzo e ultimo cambio per i Galletti: esce Casini entra l’attaccante Melandri. Al 77′ calcio di sinistro del neo entrato Melandri ma Serraiocco para in allungamento. Al 79′ primo cambio per il Teramo: entra Masullo per Di Paoloantonio. Lapadula continua con i suoi guizzi ad essere una scheggia impazzita per i biancorossi di casa. All’83’ Docente in una mischia un po’ sbilanciato non riesce a ribattere in porta. Al 85′ per gli abruzzesi entra Pigini per Donnarumma. Al 91′ per gli ospiti esce Fiore per Caidi. Ripartenza del Teramo con Scipioni che alleggerisce la poco convincente pressione dei romagnoli. Al 92′ miracolo di Scotti con Lapadula che di piatto fallisce la doppietta. Al 93′ Docente spara alto da posizione centrale. Finisce così. Il Teramo, arrivato al Morgagni in classifica a quota zero dopo le due pesanti sconfitte, trova una corroborante vittoria che lo fa uscire dal tunnel della mini-crisi. Il Forlì ci entra dentro a fari spenti.

Forlì (3-5-2): Scotti; Arrigoni L., Drudi, Guidi; Casini (75′ Melandri), Pettarin (69′ Djuric), Cejas (Cap), Hamlili, Catacchini; Docente, Forte (59′ Castellani). A disp.: Casadei, Reato, Jidayi, Turi. All. Roberto Rossi.
Teramo (4-4-2): Serraiocco; Scipioni, Diakitè, Speranza (C), Perrotta; Fiore (al 91′ Caidi), Cenciarelli, Lulli, Di Paolantonio (79′ Masullo); Lapadula, Donnarumma (85′ Pigini). A disp.: Tonti, Brugaletta, Petrella, Bucchi. All. Vincenzo Vivarini.
Arbitro: Enzo Vesprini di Macerata. Assistenit: Giuseppe Antonacci di Barletta; Pierluigi Mazzei di Brindisi.
Marcatore: al 60′ Lapadula.
Note – Giornata di sole con temperatura sui 25°. Ammoniti: Catacchini, Hamlili (F). Corner: 2-3. Recupero: 1′ e 4′.