Forlì-Reggiana

Forlì – Reggiana: 1 – 0

Buonissimo esordio stagionale del Forlì nel campionato di Lega Pro. Ci pensa Emilio Docente, con una sua rasoiata, a sbrogliare il derby con la Reggiana nel posticipo serale. Molto positiva la gara dei Galletti nonostante un comprensibile avvio di match dove l’emozione ha un po’ appesantito idee e muscoli ai romagnoli. Ottima, almeno in questa prima partita, la solidità difensiva dimostrata con un reparto arretrato sempre attento e concentrato. Brillante anche la regia di Cejas e la grinta di Reato, soprattutto nei primi 45′. Poi ovviamente tanto Docente che sale in cattedra in questo esordio stagionale con la sua pesantissima rete che vale i 3 punti. Reggiana comunque anche sfortunata con il palo colpito nei minuti di recupero da Ruopolo. Forlì inizia la stagione con le prime defezioni: Melandri, Jiday e Drudi, che scontano un turno di squalifica (espulsi nello spareggio contro il Porto Tolle), e di Capellini, infortunatosi al ginocchio venerdì. Forlì in campo con la nuova maglia blu con pantaloncini e calzettoni rossi, Reggiana in maglia biancorossa. PRIMO TEMPO. La prima azione è degli ospiti con Siega che all’11’ prova un traversone che taglia l’area, ma non trova nessun compagno pronto. Al 13′ è l’emiliano Miglianello che sparacchia altissimo. Continua il possesso palla della Reggiana con il Forlì più attento nel chiudere gli spazi. Al 17′ pericolosissima azione reggiana articolata da Siega e poi Sinigaglia ma ci pensa il forlivese Reato a liberare. Per il Forlì l’emozione dell’esordio è ancora palpabile. Al 23′ però i mercuriali si sbloccano: Cejas, dopo essersi liberato sulla destra, lancia Docente che trafigge Feola con un bellissimo destro in diagonale. Il Morgagni esplode di gioia. Al 25′ intervento in ritardo di Catacchini che finisce nel taccuino degli ammoniti. Un minuto dopo pareggia il conto Andreoni che ferma un’azione con le mani: giallo sacrosanto. Al 29′ un’occasionale palombella/deviazione di Guidi viene smanacciata con affanno dal portiere reggiano. Al 31′ ancora Docente defilato sulla sinistra che cerca l’angolino, ma Feola salva ancora. Al 32′ in una ripartenza degli emiliani Docente ferma l’azione con un fallo tattico che gli costa il giallo. Al 33′ doppio tentativo di Siega: il primo, pericolosissimo, deviato da Scotti poi nella ribattuta la sfera finisce a lato. Al 36′ bella iniziativa di Maltese che con personalità si libera di un paio di avversari e scocca un tiro che però non sortisce effetto. Al 43′ però lo stesso Maltese si aggrappa alla maglia di Forte, che si era liberato dalla marcatura: ammonito. Dopo 1′ di recupero l’arbitro Baroni manda le squadre negli spogliatoi per il riposo. Secondo tempo. Al 46′ subito reazione reggiana con Maltese che libera Siega praticamente solo davanti a Scotti, ma sciupa la preziosissima occasione da rete. Al 53′ brutto fallo di Ricci (ammonito) che colpisce a centrocampo le caviglie di Cejas. Al 56′ un calcio da fermo di Bruccini rimbalza davanti a Scotti che non ha difficoltà a neutralizzare il pericolo. Al 57′ la Reggina fa il primo cambio: Ruopolo per Ricci. Forlì insidioso al 59′ con Forte che solo davanti a Feola non ha il sangue freddo per il 2-0. Al 63′ prima sostituzione anche nel Forlì: esce Arrigoni, entra Turi. Per la Reggiana poi entra Parola esce Angiulli. Al 67′ Parola butta la palla in area e De Giosa di testa manda fuori di un’inezia. Al 76′ entra Djuric per Casini. Al 76′ proprio il neo entrato prova un destro a giro con Feola che vola per deviare la velenosissima conclusione. Ancora Forlì: illusione del gol al 78′ di Fantini che dalla sinistra calcia fuori di poco. All’85’ occasione per la Reggiana: il portiere forlivese Scotti devia una fucilata di Ruopolo, ma gli avanti emiliani non riescono poi a ribattere a rete. Momenti di difficoltà per il Forlì sotto la pressione degli ospiti. Al 89′ ammonito anche il portiere Scotti per perdita di tempo. Al 93′ dopo un lancio lunghissimo di 30 metri incredibile palo esterno di Ruopolo. Al 95′ gol annullato alla Reggiana per fuorigioco segnalato anche dal guardialinee. Il Forlì incamera i primi corroboranti 3 punti di una stagione che sarà lunghissima e durissima. La Reggiana può recriminare per il palo colpito nella fase di recupero, ma ha dimostrato di avere qualità e temperamento per disputare un buon torneo. Convincente la prova di Ruopolo (subentrato a Ricci) spesso pericoloso e sfortunato.

Forlì (3-5-2): Scotti; Fantini, Guidi, Reato; Casini (75′ Djuric), Pettarin (85′ Fantoni), Cejas (C), Arrigoni T. (62′ Turi), Catacchini; Docente, Forte. (Casadei, Arrigoni L., Bisoli, Castellani). Allenatore: Rossi Roberto.

Reggiana (4-3-3): Feola; Andreoni, Zanetti, De Giosa, Mignanelli; Bruccini, Maltese (75′ Alessi), Angiulli (65′ Parola); Ricci (57′ Ruopolo), Sinigaglia, Siega. (Messina, Spannò, Sabotic, Vernocchi). Allenatore: Colombo Alberto. 

Arbitro: Niccolò Baroni di Firenze. Assistenti: Nicola Fraschetti ed Emanuele Mariani di Perugia.

Marcatori: 23′ Docente.
Note – Ammoniti: Catacchini, Cejas, Scotti (F), Andreoni, Maltese, Ricci (R). Corner: 3-4. Recupero: 1′ e 4′.