Festa Artusiana Forlimpopoli

Iniziamo le recensioni di alcuni stand gastronomici della Festa Artusiana. La prima visita è stata al Ristorante “La Cambusa” by Agesci a Forlimpopoli 1 situato nell’ex-Asilo Rosetti Via Mazzini, 2. Per info e prenotazioni Luna cell. 347 6675145. La sigla Agesci mi ha subito incuriosito forse perchè che mi riconduce ai Boy Scout, difatti significa: Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani. Nulla di strano che costoro abbiano ben pensato di fare uno stand gastronomico. È noto che gli scout conducono una vita molto particolare e la loro cucina è autonoma e “da campo”! Agesci quindi è un’associazione a livello nazionale e in questa 14° Festa Artusiana, si adoperano i ragazzi (ma anche molte persone adulte) di Forlimpopoli.

Intanto prendete nota di questi appuntamenti:
– Sabato 21 giugno: “Avventure in cucina: Menù tipico degli Scout”. Consiste in un menù “rustico” genuino, semplice, campagnolo, prezzi alla portata di tutti.
– Domenica 22 giugno: Ciapa-ciapa e magna què: Menù romagnolo. Menù della terra di Romagna ma senza carne (non fanno griglia né brace). Battilarda con affettati, primi piatti, formaggi, piadina, ecc.

– Lunedì 23 giugno: Menù in collaborazione con la Coop Butterfly Onlus. Proporranno un menù di tipo etnico con alcune particolarità, esempio cous-cous, piatti della tradizione nord-africana, orientale, ecc. In pratica l’aggregazione con la coop sociale Onlus, verte sul fatto di posizionarsi nel loro sito a Forlimpopoli: un connubio da vedere.
– Martedì 24 giugno: Forza Azzurri, alias, aperitivo e cena brasiliana; proiezione della partita Italia-Uruguay. Lo stand aprirà un’ora prima e verrà proiettata la partita di calcio. Ci sarà un aperitivo con un buffet attivo libero. A cena piatti brasiliani, tropicali.
– Mercoledì 25 giugno: American Artusiana, serata Fast Food. Mi son subito venuti i capelli dritti nel leggere l’americano-lessico fast-food. Il mio interlocutore ha tenuto a precisare che comunque trattasi di un fast-food di “qualità”, come dire fast food ma non cattivo! Nella serata, il pubblico potrà scegliere, comodamente seduto, gli ingredienti e sarà loro composto codesto maxi-panino.

– Giovedì 26 giugno: Menù tipico pugliese: mi han spiegato che hanno 2 “Capi” nel loro gruppo di origine pugliese. L’idea era quella di proporre specialità pugliesi che arriveranno direttamente dalla Puglia: orecchiette, mozzarelline di Gioia del Colle; taralli, formaggi, dolci di mandorle; ecc. (i primi piatti “romagnoli” rimarranno sempre in listino N.d.r.)
– Venerdì 27 giugno: Cena siciliana: anche in questo caso, il gruppo dispone di un Capo di origine siciliana: di più, avendo fatto un campo in Sicilia presso “Libera” a Corleone circa 3 anni fa, si è attinto al mangiare di quella zona: il “Presidio di Libera” di Forlì sarà di appoggio per fornire alcuni prodotti che saranno serviti nella serata. Una idea di legalità messa sul piatto, serve fare mente locale e riflettere.

– Sabato 28 giugno. Menù Greco: saranno proposte idee greche a base di insalate, formaggi ecc.
– Domenica 29 giugno. Menù del Campo di Gruppo: si tratterà di proporre i menù tipici dei Boy Scout, quindi mangiare semplice e rustico, economico. Quest’anno cade il trentennale del gruppo scout, verrà fatto un campo di gruppo formato da 100 associati, 15 capi e tutte le famiglie. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl Librincontro di Castrocaro ai blocchi di partenza
Articolo successivoFrancesco Canu di Sassari è il Marietta 2014
Sono un 65enne con 43 anni di attività professionale sulle spalle. Per divertimento mi avvicinai alla cucina, poi un magnete mi attirò verso la passione sui Ristoranti. Il caso volle che divenni un segnalatore per la guida di Veronelli, "I Ristoranti di Veronelli". La mia vita professionale mi ha portato a girare Italia e Francia. Sono un curioso che ha sete di notizie. Riservato ed anonimo, sempre!