Pomeriggio di sangue sulle strade con un incidente mortale

0
Incidente bicicletta

Un pomeriggio di sangue, soprattutto a causa di vari incidenti stradali, tanto che ad un certo punto il centralino de 118 si è trovato in difficoltà nel gestire le tante emergenze. E come capita in questi casi, per fortuna di rado, la priorità va ai codici rossi. La prima chiamata andata in scaletta è stata per un gravissimo incidente poi purtroppo rivelatosi mortale. La vittima Angelo Miretta, un forlimpopolese di 51 anni che si stava recando in una palestra di via Pandolfa quando, per cause ancora da accertare da parte della Polizia Stradale intervenuta per i rilievi, è volato via dal sellino della propria Vespa andando a scontrarsi frontalmente con un’auto dopo che il suo scooter è invece finito contro un furgone parcheggiato a lato della strada. A seguito delle ferite il 51enne ha subito perso conoscenza. Inutile l’intervento dei sanitari. L’uomo è deceduto mentre stava raggiungendo il pronto soccorso. Un altro incidente invece è accaduto in via Firenze, vicino all’incrocio con via Del Guado, dove una ragazza di 20 anni è stata investita da un autocarro mentre era in sella alla propria bicicletta. La 20enne è stata trasportata con il codice di massima gravità all’ospedale “Morgagni-Pierantoni”. La dinamica del sinistro è al vaglio agli agenti del reparto infortunistica della Polizia Municipale di Forlì. Sempre oggi pomeriggio in via Vittorio Veneto, vicino al mercato ortofrutticolo (foto di Nicolò Ulivi), un pedone (ma forse era un ciclista in sella ad una bici) è stato falciato da un’auto mentre stava attraversando sulle strisce pedonali. L’uomo, un forlivese di 90 anni, è stato portato immediatamente col codice rosso al Pronto Soccorso. L’incidente è stato rilevato dalla Polizia Municipale. Altri incidenti, di minore entità si sono verificati in questa incredibile giornata di guerra sulle strade con il 118 che ha dovuto mettere “in scaletta” gli interventi a seconda della gravità.