Fanzinoteca d'Italia Gianluca Umiliacchi

La Fanzinoteca d’Italia alla 40° edizione della Italcon. Alla Italcon 40, Convention nazionale della fantascienza e del fantastico, organizzata da Elara Ed.con la direzione artistica di Armando Corridore, nelle giornate di venerdì 23, sabato 24 e domenica 25 maggio al Palacongressi di Bellaria sarà esposta la MegaFanzine – Fanzine più grande del mondo, pubblicazione promossa e realizzata dalla Fanzinoteca d’Italia in via Curiel 51 a Forlì, un progetto veramente unico e fuori di misura, oltre che fuori di testa. Infatti, si tratta di un prodotto più unico che raro che con le sue otto pagine di un metro per due metri è la più grande fanzine mai realizzata internazionalmente, presto verrà anche proposta al Guinness dei Primati.

Quindi, prima presentazione pubblica e anteprima mondiale della MegaFanzine nel contesto della Italcon 40 per la mattina di venerdì 23 maggio alle ore 12,00, incontro nel quale il fanzinotecario d’Italia spiegherà il progetto editoriale per costruire la più grande fanzine del mondo mostrando a tutto il pubblico interessato la copia realizzata. Adesione di tanti collaboratori, per questo atipico progetto, una trentina da tutta Italia, appassionati ma non solo, anche alcuni grandi professionisti, come Vittorio Giardino e Stefano Babini, hanno felicemente partecipato al progetto, uno stampato che propone racconti, poesie, fumetti, illustrazioni, recensioni, fotografie, mail-art, e tantissimo altro, nell’ottica della libertà fanzinara, aperta a qualsiasi collaborazione.

“Memoria e comunicazione del fantastico in Italia sono gli argomenti principali di questa 40ma edizione della Italcon – afferma Corridore -. Nel senso della conservazione della memoria si orienta la sezione dedicata “Fanzine e Italcon” a cura di Gianluca Umiliacchi. Le fanzine raccolgono gli schieramenti concettuali e gli entusiasmi degli appassionati, fornendo agli storici elementi utili, insieme alle altre fonti, per definire obbiettivamente anche l’evoluzione del fantastico contemporaneo. Nel solco della memoria si colloca anche una riflessione intorno all’importantissimo Catalogo Vegetti e al suo possibile futuro.”
Tantissima anche gli altri contenuti della manifestazione che si muovono nell’ottica di trasversalità che ha contraddistinto le ultime due Italcon: continueremo a esaminare i collegamenti tra letteratura ed altri media insieme a Max Bertolini disegnatore di Nathan Never e della Marvel, a James Moran sceneggiatore del Doctor Who e a Carlo Freccero che quest’anno riceverà il premio Alberto Lisiero. Quattro le vive e dinamiche giornate di incontri, esposizioni, iniziative ed eventi che vedono la partecipazione di migliaia di appassionati provenienti da tutto il territorio nazionale ed estero.

La MegaFanzine è uno dei tanti progetti in cantiere da parte della atipica struttura, la “Biblioteca delle fanzine”, l’unico punto di riferimento nazionale per tutta l’editoria fanzinara italiana, e nel sito ufficiale è possibile andare alla pagina dedicata alla MegaFanzine per visionare dati e aggiornamenti, gallerie fotografiche e video, oltre a poter scaricare in formato pdf una versione ridotta delle medesima. L’attività della Fanzinoteca d’Italia prevede due aperture pubbliche pomeridiane del martedì e venerdì dalle 14,00 alle 18,00, e le due aperture del mercoledì e giovedì mattina dalle 9,00 alle 13,00. Si tratta dell’unica sede dove si ha la possibilità di rintracciare un’infinità di documenti difficilmente reperibili e, grazie al supporto da parte di uno Staff con valido personale, diretto dall’esperto fanzinotecario, è disponibile ed utile per consigliare ricerche, studi, Tesi di Laurea o anche solo semplici letture. Maggiori informazioni e chiarimenti sono rintracciabile nel sito ufficiale www.fanzinoteca.it o fanzinoteca@fanzineitaliane.it.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAuto sbanda e finisce contro un albero: tre feriti in via Gorizia
Articolo successivoGodzilla
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.