Electrolux sciopero

La sera di domenica 6 aprile l’Unione degli Universitari di Forlì sarà davanti ai cancelli dell’Electrolux per esprimere la propria solidarietà ai lavoratori, ormai in protesta da più di cinquanta giorni. Il sindacato studentesco, in una nota pubblicata sui social network, ha dichiarato il pieno sostegno agli operai “per dire no allo sfruttamento, e per ribadire la necessità della copertura degli ammortizzatori sociali”.

Come studenti universitari, non possiamo di certo esimerci dal mostrare la nostra solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori – spiega il Segretario dell’UDU Forlì Antonio Patavino –. In questo gravissimo periodo di crisi, studenti e operai devono unirsi per proteggere la dignità del lavoro ed opporsi ad uno sfruttamento sempre più frequente”.
Ma la protesta non è solo ideologica: “La crisi del settore manifatturiero locale mette a duro pericolo l’economia forlivese, e con essa anche gli studenti che vivono questa città” spiegano i membri del Coordinamento dell’UDU, che passeranno la sera del 6 aprile, a partire dalla mezzanotte, davanti ai cancelli della fabbrica.

Il presidio del 6 è stato proclamato anche come data simbolica di comunanza delle lotte: il giorno seguente i lavoratori dell’Electrolux parteciperanno ad un presidio a Roma, davanti al Ministero dello Sviluppo Economico, in occasione dell’incontro che vedrà seduti attorno a un tavolo azienda, governo, regioni, e le organizzazioni sindacali FIOM, FILM e UILM. Per il sindacato studentesco, è necessario, ora più che mai, dare un segnale forte di collaborazione tra operai e universitari.
I lavoratori e le lavoratrici che in questi giorni hanno manifestato per i propri diritti davanti all’Electrolux sono un grande esempio per tutti, i giovani in particolare, di come l’unione fa, e farà sempre la forza”, conclude Patavino.