Pd Forlì

Unire è la vera rivoluzione: noi uniamo, non dividiamo“. Sintetizza così, Davide Drei candidato sindaco di Forlì per il Partito Democratico, il messaggio forte e chiaro lanciato dal palco allestito al Parco Urbano Franco Agosto per il “Primarie Party #larivolUnione” che nel tardo pomeriggio di sabato 26 aprile ha avuto come ospite Debora Serracchiani, vice presidente nazionale del PD, che nel suo lungo tour della Romagna ha toccato Forlì, esattamente come cinque anni fa. Insieme a lei, il deputato forlivese Marco Di Maio, il segretario regionale del Pd, Stefano Bonaccini, e il sindaco uscente, Roberto Balzani.

Si respira un vento di rinnovamento nel PD e nel centrosinistra che Matteo Renzi rappresenta in forma compiuta, ma mi piace ricordare le esperienze primigenie che hanno anticipato questo rinnovamento – ha detto Drei -. La prima, il 21 marzo del 2009, il discorso di 13 minuti ai Circoli di Debora Serracchiani che ha segnato la primavera del partito”. E, in ambito locale, l’esperienza civica di Roberto Balzani a Forlì, “anticipatrice di quel vento di rigenerazione che ora soffia su tutto il Paese”. “Debora Serracchiani dice quello che diciamo noi – ha concluso Drei – dall’altra parte si dividono e sbraitano, noi lavoriamo per le riforme e per costruirle”.

Ed è così. Dalla presidente della Regione Friuli Venezia Giulia è arrivato l’invito pressante a “superare le divisioni interne”. “A non essere ancora una volta – ha detto in metafora – una sinistra che scinde l’atomo senza produrre energia”, facendo appello al senso di responsabilità di tutti gli elettori del centrosinistra “per un cambiamento che non si deve dire, ma si deve fare”. Poco prima del suo arrivo, sono state presentate ufficialmente le liste a sostegno della candidatura di Drei.

Quattro formazioni in pista per il candidato sindaco che ha sottolineato la “natura programmatica della coalizione di centrosinistra, impegnata a costruire un progetto coerente e largo per l’amministrazione della città: non il frutto di tatticismi dell’ultima ora”.
Prima in ordine di presentazione, e di formazione, la lista “Con Drei per Forlì”, una lista di sintesi composta da Scelta Civica, Verdi e Psi, con 32 candidati e i tre capilista Paolo Bertaccini (Psi), Fausto Pardolesi e Claudio Sirri (Scelta Civica).

Lavoro, sociale e difesa dell’ambiente i temi fondanti della lista civica “A sinistra con Drei” formata da elementi della società civile e dell’associazionismo, schierata di nome e per definizione, a sinistra. “La colomba che spicca nel nostro simbolo parla di pace – ha sottolineato Marco Dori – perché la politica ha bisogno di linguaggi di pace”.
Una novità assoluta la formazione civica “Noi con Drei” che unisce molte anime della società civile, provenienti dal mondo educativo, sportivo e imprenditoriale, per un totale di 29 candidati.
A presentare la lista del Partito Democratico i due segretari territoriali, Paride Maretti e Valentina Ancarani.

L’incontro con Debora Serracchiani e il momento di festa al Parco Urbano hanno concluso una giornata fitta di appuntamenti, apertasi in mattinata con la presentazione alla stampa della lista dei candidati al Consiglio comunale del Partito democratico per le prossime elezioni amministrative del 25 maggio.