Forlì dall'alto

La notizia degli insulti razzisti ai calciatori del “Casablanca” rappresenta un’offesa gravissima per la Città di Forlì. L’Amministrazione comunale, a nome dell’intera comunità, è vicina con un grande abbraccio ai giocatori e allo staff della squadra amatoriale forlivese che da anni porta avanti un progetto sportivo e di integrazione significativo, rappresentando anche i cittadini provenienti da altre regioni del mondo. In questo momento di profonda amarezza è importante unirsi nella condanna contro ogni forma e contro gesto di razzismo; così come è fondamentale sostenere con maggiore forza tutti i colori dello sport e della società: quelli delle maglie, delle tradizioni e delle culture. La capacità di dialogo e di integrazione sono da sempre valori profondi nei quali Forlì si riconosce e che continua a individuare come elementi preziosi del proprio patrimonio. Ma questa consapevolezza, purtroppo, sembra non essere più sufficiente. E’ innegabile infatti che, soprattutto negli ultimi anni, insulti e offese stiano pericolosamente trovando sfogo soprattutto nei luoghi dello sport. In tutta Italia e purtroppo pure da noi. Per questo bisogna moltiplicare gli sforzi, a partire dalla scala locale, per contrastare ogni forma di intolleranza, per porre definitivamente limiti ai fenomeni di discriminazione di qualsiasi natura e affermare i valori di civiltà, di rispetto, di uguaglianza.

Domani, venerdì 14 marzo, alle ore 13,00, il sindaco di Forlì Roberto Balzani riceverà in Municipio una delegazione della squadra di calcio forlivese “Casablanca”. L’incontro si svolgerà nella Sala della Giunta e testimonierà l’abbraccio della Città di Forlì a giocatori e tecnici, ribadendo l’impegno comune contro ogni forma di intolleranza e di razzismo. Parteciperà anche una rappresentanza della UISP Forlì – Cesena guidata dal Presidente Gianluca Soglia. Nell’occasione il sindaco Balzani farà dono al Presidente del “Casablanca” della riproduzione dello storico sigillo di Caterina Sforza, segno di amicizia e simbolo della comunità forlivese.

Aggiornamento del 15 marzo.

L’allenatore del club Juventinità “Luca Vitali” ha fornito la sua spiegazione in questo articolo (cliccare nel link qui sotto):

http://www.4live.it/2014/03/club-juventinita-abbiamo-subito-una-umiliazione-che-difficilmente-sara-sanata/