Titolo originale: Her Diretto da Spike Jonze, con Joaquin Phoenix, Amy Adams, Rooney Mara, Olivia Wilde, Caroline Jaden Stussi, Chris Pratt e Scarlett Johansson Anno: 2013, Genere: Drammatico, Durata: 120 minuti circa, VOTO: 7

Theodore (Phoenix) per lavoro scrive lettere per conto di altri, sta terminando il matrimonio con Catherine (Mara) e vive in un futuro prossimo in cui la tecnologia è sempre più invadente. La sua vita cambia appena decide di acquistare il primo sistema operativo ad intelligenza artificiale OS 1 (con la voce della Johansson in originale, premiata al festival del cinema di Roma, con quella di Micaela Ramazzotti in Italiano), in grado di evolversi e compiere scelte proprie…

Lei è la storia d’amore tra un uomo e un computer non è certo facile da rappresentare e Jonze, che a proposito di imprese surreali non è alle prime armi (vedi l’ottimo Essere John Malkovich) si butta a capofitto in due ore tanto introspettive quanto una seduta dallo psicologo. Non che non ne abbia le capacità, tant’è che la sceneggiatura, sempre di Jonze (e premiata con l’oscar), scorre bene quando si parla di tecnologia, bene quando si parla di amore, benissimo quando le due cose si uniscono. Peggio però quando ci si rende conto che Lei è un film, non un romanzo, e che sia a livello narrativo che in quanto intrattenimento puramente ludico ha ben poco da offrire.

Lei è originale, estremo e bello visivamente ma, mi permetto, un tantino noioso.