diserbanti

Riceviamo e volentieri pubblichiamo una segnalazione, scritta e fotografica, di Fausto Pardolesi sull’uso indiscriminato di diserbanti dei gestori degli enti proprietari delle strade.

«La primavera in Romagna – lancia l’accusa il forlivese Fausto Pardolesi – è mutilata dal diserbante. La bellezza delle nostre campagne in pianura e in collina è deturpata dall’azione che io considero dissennata dei gestori delle strade. Le banchine stradali, fra asfalto e fosso sono rese sterili da mano armata di sostanze chimiche. Perchè si continua con questa insana abitudine? Perchè si toglie quel filtro alle acque inquinate che dall’asfalto percolano nei fossi e di li ai corsi d’acqua? Qualcuno dovrà fermare questa abitudine che inspiegabilmente la legge ancora consente».