Gli avversari ai raggi X: Aget Imola

0

Mettetela come volete, usate l’espressione che più vi piace: “Mai dire mai, non è finita finché non è finita…, lottiamo fino alla fine, eccetera eccetera…”
Il concetto di fondo è sempre quello che finché la matematica non condannerà la Fulgor Libertas la squadra ha il dovere di crederci, onorare il campionato, rispettare i tifosi e soprattutto se stessa.
Dopo la pausa per la coppa Italia i ragazzi di Galli affrontano Imola; la partita sembrerebbe avere un esito scontato ma come tutti sappiamo un derby può sempre nascondere delle insidie, se i biancorossi padroni di casa vogliono ancora tenere accesa la fiammella della speranza non possono permettersi ulteriori passi falsi.

Rispetto alla partita d’andata Imola si presenta all’appuntamento con Forlì senza Dordei e Passera che hanno cambiato casacca, con un Esposito in più nel motore, che, come ultimo tentativo infruttuoso di salvare la propria squadra, ha deciso di riallacciare le scarpette e di gettarsi nuovamente nella mischia.
A sostituire El Diablo in panchina Federico Vecchi e come vice Stefano Colombo forlivese doc che siamo sicuri proverà emozioni particolari nell’entrare al Palafiera da avversario.
Il quintetto imolese poggia le proprie basi su un asse play-pivot per metà da scoprire, Armando Iannone che cresce nel vivaio della Stella Azzurra con cui esordisce in B Dilettanti nella stagione 2009/10 mettendo a segno quasi 16 punti ad uscita, tanto che le sue giocate gli valgono il premio di miglior under della B dilettanti della stagione. L’anno scorso esordisce in Legadue con la maglia di Veroli. Inizia la stagione 2011/12 in Dna a Castelletto Ticino, poi si trasferisce a Chieti dove sfiora la promozione in Legadue.

Sotto canestro Mitchell Poletti vivrà una domenica particolare e grazie al suo carattere di guerriero non dubitiamo riesca ad avere un buon impatto sulla gara anche se troverà sicuramente un avversario ostico da affrontare in Tyler Cain. A completare le rotazioni dei lunghi di Imola escono dalla panchina i giovani Gorrieri e Mancin. Il primo giovane lungo in arrivo dalla Virtus Roma con la quale l’anno passato ha collezionato otto presenze, il secondo, proveniente da Mirandola in DNA, non ancora pronto al pari del compagno per essere protagonista in LNP Gold, possiede doti fisiche di primo livello che sicuramente lo aiuteranno nel prosieguo della sua carriera. Gli esterni del quintetto base bianco rosso saranno in posizione di guardia Maccaferri e nello spot di ala piccola l’americano Niles.

Il primo catapultato in quintetto base dopo la partenza di Young e Passera è stato protagonista di un salto vertiginoso che lo ha portato dalla DNC dello scorso anno alle Legadue con la maglia di Imola., mentre la giovane ala piccola a stelle e strisce rappresenta l’unica nota positiva nell’universo imolese. Con il rientro in campo di Esposito  i minuti a disposizione di Mirco Turel sono ulteriormente diminuiti e l’arrivo dell’esterno Corrado Bianconi in prestito dalla Virtus Bologna ha inciso ancora più pesantemente in questo senso e per cercare spazio è sceso in silver da meta gennaio. Per quanto riguarda Michael Riga  sta  ancora cercando il proprio spazio.
La frase che mi piace di più delle tante che si adattano al momento della Fulgorlibertas in questo campionato è in lingua inglese e recita così: ”Is not over till Is over!!” La Fulgorlibertas non può più sbagliare stay tuned and Believe.

Valentino Piolanti

CONDIVIDI
Articolo precedenteRistorante Osteria Cohiba di Cesena
Articolo successivoPresentazione del libro: "Int e' zét dal mi calér, poesie in dialetto romagnolo"
Diplomato al liceo Fulcieri Paolucci de Calboli di Forlì, nel lontano 1997, intraprende gli studi di Scienze dell'Informazione di Cesena in cui consegue la Laurea nel marzo del 2002. Dopo varie esperienze lavorative nel ramo dell'informatica presta la sua opera come programmatore all'interno del servizio informatico dell'Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (I.R.S.T.) S.r.l. La sua vita senza la musica, lo sport e la ginnastica sarebbe stata monotona ma... Dicono di lui: "Chiedetelo agli altri...". Dice di lui: "Ciò che non ti uccide ti fortifica... Tutte cazzate"!