Basket Cain di Pier Paolo Longo

Credito di Romagna Forlì – FMC Ferentino: 91-78

Con un’incredibile prova di squadra la FulgorLibertas mette sotto la FMC (casa farmaceutica) al PalaCredito. Il segreto? Ottima circolazione di palla, tiri aperti con buona mira, tutti i giocatori a disposizione coinvolti, tutti (a parte uno ma poi ne riparleremo) concentrati e belli pimpanti soprattutto dal punto di vista difensivo. Tutte sensazioni molto positive che si sono viste fin da subito con una partenza fulminante dei padroni di casa. Gli uomini di Galli hanno subito imposto la propria ermetica difesa e il piano partita studiato in settimana. L’abnegazione difensiva dei biancorossi ha subito prodotto un 9-0 al 3′, che poi è diventato un 13-4  al 5′ e 29-10 alla prima sirena.

Sugli scudi, dal punto di vista offensivo Cain (nella foto di Pier Paolo Longo) e Sergio autori rispettivamente di 9 punti dopo 10′. Ottima anche la prova di Basile entrato nello starting five per i problemi fisici di Ferguson, con quest’ultimo che non ha visto il campo nel primo quarto. Il giovane Basile è andato oltre le aspettative facendo giocare la squadra in modo praticamente perfetto (senza un americano). Dall’altra parte Ferentino non pervenuto. E così è stato per 2 quarti e mezzo.

Il secondo quarto è filato via sulla falsariga del primo con 4 giocatori romagnoli in doppia cifra al suono della sirena del riposo lungo. Il vantaggio è arrivato quasi a sfiorare i 20 punti (31-12 al 11′) con Pierich e Bucci stranamente con la mira storta. Anche in questa fase molto bene (oltre a Cain, ma questo è sempre assodato) oltre a Basile anche Saccaggi

Nel secondo tempo è arrivata anche la quasi scontata reazione di Ferentino con Pierich autore di una positiva seconda parte di gara. Gli ospiti aspettano il rientro di Green (che dovrebbe avvenire a breve) e hanno presentato in campo Guarino in non perfette condizioni fisiche, difatti l’ex forlivese non ha inciso come siamo abituati a vederlo cioè con la sua velocità e strisce realizzative spesso importanti.

Dicevamo dell’altro ex, Pierich. Non sarà più il giocatore fisico di anni fa, ma resta un’ala tiratrice che può sempre far male, tanto è vero che è riuscito con alcune sue soluzioni, a riportare i suoi in partita. Spettacolari un suo gioco da 4 punti e una bomba infilata in controtempo con Ferguson addosso. L’FMC zitto zitto con giocate personali di Pierich, Bucci e Giuri è riuscita ad accorciare le distanze. Garri alla fine ha segnato 16 punti, ma ha sofferto tantissimo la presenza di Cain.

Nell’ultimo quarto Ferentino è riuscito a rientrare in partita fino al -6 con Guarino (78-72) nel momento in cui Forlì ha avuto un leggero appannamento offensivo. Per fortuna dei mercuriali la gara poi è tornata nelle mani dei padroni di casa anche se a posteriori viene da chiedersi come mai dopo l’ottima gara di Basile il ragazzo sia rimasto praticamente in panca nell’ultimo quarto. Certo forse dal punto di vista psicologico il coach ha voluto dare un importante segnale a Ferguson. L’americano per Forlì è fondamentale e la sua presenza è necessaria soprattutto nel momento topico. Comunque la rinuncia a Basile ha consentito di far correre il rischio che la partita si riaprisse troppo pericolosamente.

Ciò non è avvenuto e Forlì ha potuto gioire ugualmente. Senza Basile e anche Sergio la palla in attacco non girava come nella prima parte. Eliantonio? Un’altra prova imbarazzante. Non si tratta di un accanimento contro il giocatore, ma le sue statistiche sono eloquenti: in 17′ ha registrato uno zero nei punti e nella valutazione, 0/1 da due, 0/1 da 3, 2 rimbalzi. Ora, non è che al giocatore poi si chiede la luna, ma almeno 7 punti di media e 5 rimbalzi. Non è chiedere troppo.

Ha preso pure una bomba in faccia da Parrillo. Se un giocatore non incide in attacco almeno si spera che in difesa renda parecchio. E invece niente anche su questo fronte. Nella zona sta sempre dentro, non prova mai a uscire sugli esterni, non si butta su un pallone, nessuna aggressività difensiva. Il neo e la nota stonata di una squadra da elogiare è lui: Eliantonio. Crow sta recuperando dopo l’infortunio, ha realizzato 16 punti e la tripla importante negli ultimi minuti di gioco. 

Per quanto riguarda le voci di mercato su Cain, Ricci che è il suo procuratore, ha garantito che l’americano concluderà la stagione a Forlì. Per Ferentino, Garri in imbarazzo di fronte a Cain, Bucci dopo un negativo primo tempo ha chiuso con la sufficienza, Mosley salta ed è molto atletico ma pure lui ha subito Cain e Johnson non è Green. Di Pierich e Guarino abbiamo detto.

Cain? In questi casi si rischia di fare paragoni esagerati. Li evitiamo, ma diciamo che ha dei fondamentali monumentali. E scusate la rima. Basta dargli la palla in post e lui qualcosa la inventa. Sempre. Incredibile giocatore.

Credito di Romagna Forlì: Basile 10, Agatensi, Cain 28, Gualtieri n.e, Nero n.e, Crow 16, Ferguson 10, Saccaggi 16, Eliantonio, Sergio 11. All. Galli.

FMC Ferentino: Guarino 7, Bucci 13, Duranti n.e, Pierich 10, Garri 16, Johnson 8, Paesano n.e, Giuri 8, Parrillo 6, Mosley 10. All. Gramenzi.

Arbitri: Beneduce, Nicolini, Maschio.

Parziali: 29-10, 51-36, 72-56.

Valentino Piolanti

CONDIVIDI
Articolo precedenteCon una rete di Tonelli la vittoria va in Porto
Articolo successivoAlla biblioteca Saffi si parla di bon ton con Gianfranco Angelucci
Diplomato al liceo Fulcieri Paolucci de Calboli di Forlì, nel lontano 1997, intraprende gli studi di Scienze dell'Informazione di Cesena in cui consegue la Laurea nel marzo del 2002. Dopo varie esperienze lavorative nel ramo dell'informatica presta la sua opera come programmatore all'interno del servizio informatico dell'Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (I.R.S.T.) S.r.l. La sua vita senza la musica, lo sport e la ginnastica sarebbe stata monotona ma... Dicono di lui: "Chiedetelo agli altri...". Dice di lui: "Ciò che non ti uccide ti fortifica... Tutte cazzate"!