Basket Cain di Pier Paolo Longo

Novipiù Casale – Credito di Romagna Forlì: 65-45

La partita è durata 32′. Negli ultimi 8′ c’è stato il parziale di 19-0. Arrivederci, ma non grazie. Senza Ferguson, entrato solo nel referto ma non in campo, e con Crow non ancora al meglio, era dura portare a casa il successo, ma questo vale solo come giustificazione. A Casale per Forlì c’è stato solo Cain (nella foto di Pier Paolo Longo), che ha tenuto botta per 30′. Al 30′ il pivot forlivese aveva segnato nel tabellino 19 punti e 14 rimbalzi.

Ha chiuso il match con 23 e 17. Vincere le partite da solo non è possibile. Certo in quintetto è partito Gualtieri al quale non si può gettare la croce addosso, ma il ragazzo può partire dalla panchina e dare magari una piccola mano. Di più non è possibile. Eliantonio? A Casale è stato controproducente: 16′ di gioco, 0/5 al tiro. A rimbalzo? Praticamente nullo (1 rimbalzo). Insomma una trasferta con nessun giocatore da salvare. A parte Cain. Forse con Ferguson Forlì avrebbe avuto la possibilità di giocarsela. Almeno l’esterno Usa dà una dimensione in più.

Oggi il Credito di Romagna è stato unidimensionale. Nessuno ha provato a fare una penetrazione. Sergio a sprazzi, ma poi anche lui si è perso. Saccaggi solo 4 punti, poca personalità e poca voglia di attaccare il ferro. Tutti, a parte lui (il già pluricitato) un po’ spompati. Casale? Niente di trascendentale. Con un americano in meno Forlì avrebbe dovuto almeno metterci la stessa intensità di Imola, ma così non è stato. Perchè brucia? Non tanto per la sconfitta, ma perchè la FulgorLibertas l’ha persa di 20 contro una squadra contro la quale si dovrà giocare la salvezza.

L’ha persa male e ribaltare questo passo falso pare la classica missione impossibile. Cain da solo ha segnato più della metà dei punti di tutta la squadra, ma da solo non può caricare Forlì in spalla verso l’obiettivo stagionale. E allora torniamo all’incipit. Al 32′ la partita era ancora in bilico: 46-45. I forlivesi hanno avuto due palle per mettere il naso avanti. Hanno fatto due ‘vaccate‘ e poi hanno preso il parziale di 19-0. La cronaca finisce qui. Per salvarsi serve un rinforzo e personalità. 

Novipiù Casale:  Bruttini, Dillard 23, Martinoni 16, Cutolo 8, Jackson 6, Casini 6, Giovara 2, Di Prampero n.e, Amato 2, Fall 2. All. Griccioli.

Unicredito di Romagna: Cain 23, Gualtieri 3, Crow 7, Saccaggi 4, Sergio 8, Basile, Agatensi n.e, Ferguson n.e, Battistini n.e, Eliantonio. All. Galli.

Arbitri: Cappello, Triffiletti, Costa.

Parziali: 17-16, 34-31, 42-41.

Valentino Piolanti

CONDIVIDI
Articolo precedenteSei di Forlì se... il Gruppo di cittadini che spopola su Facebook
Articolo successivo"Sei di Forlì se..." intervisti l'ideatore Tiziano Gallo
Diplomato al liceo Fulcieri Paolucci de Calboli di Forlì, nel lontano 1997, intraprende gli studi di Scienze dell'Informazione di Cesena in cui consegue la Laurea nel marzo del 2002. Dopo varie esperienze lavorative nel ramo dell'informatica presta la sua opera come programmatore all'interno del servizio informatico dell'Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (I.R.S.T.) S.r.l. La sua vita senza la musica, lo sport e la ginnastica sarebbe stata monotona ma... Dicono di lui: "Chiedetelo agli altri...". Dice di lui: "Ciò che non ti uccide ti fortifica... Tutte cazzate"!