Tramonto Divino Cesena

Parte questa sera la IV edizione della Cesena Fashion Week, manifestazione nata solo nel 2012 da un piccolo movimento indipendente di giovani stilisti locali, ma diventata grande grazie allo sforzo sinergico dei partecipanti e delle istituzioni a partire da questa edizione.
Sì, perchè come detto in conferenza stampa ieri mattina presso la Confesercenti di Cesena dall’Assessore al Turismo Matteo Marchi e da Maria Luisa Pieri, responsabile della Zona A per la valorizzazione del centro storico, la Cesena Fashion Week quest’anno compie un salto di maturità.

La presenza tanto attesa dell’appoggio delle istituzioni, oltre al sostegno di sponsor come Zona A e BCC di Sala di Cesenatico, dimostrano l’affidabilità dei contenuti della manifestazione, nata per dare una vetrina gratuita ai giovani designer indipendenti, ma anche agli imprenditori e commercianti del centro storico di Cesena. La compartecipazione di tutti questi attori è la chiave per sconfiggere il grave periodo di crisi, in maniera unita e di conseguenza più forte, e testimone di questo tema ne è l’immagine grafica scelta per accompagnare questa edizione.

Questi i punti chiave toccati dai discorsi degli organizzatori Simone Botte, fashion designer della linea Simon Cracker, Alessandra Navetta, fashion designer forlivese della linea By Alis, e di Francesca Bartoli, nuovo uffici stampa della manifestazione. Mente e braccia della Cesena Fashion Week, sottolineano quanto questo impegno sia nato per una urgenza di sostenere sè stessi e gli altri numerosi designer emergenti della zona e per dare il LA ad una idea esportabile in ogni città di provincia, e stanno proseguendo tale impegno parallelamente alle loro occupazioni per pura passione, senza alcun ritorno economico.

È dunque sotto questa caratteristica di zero budget che si sviluppano gli eventi della Cesena Fashion Week, proposti da tutti i negozianti e designer che ne vogliano fare parte, e tutti ad ingresso libero al pubblico. Il calendario eventi, reso noto dopo grande attesa ieri pomeriggio, raccoglie non solo sfilate, ma anche mostre fotografiche, esposizioni e parties sparsi per il centro storico e raggiungibili, calendario alla mano, in una organica passeggiata per tutti e 4 i giorni in programma.

La manifestazione si apre questa sera alle ore 19,00 con l’inaugurazione della mostra del fotografo GrenOuille presso il nero su Bianco, dove mostrerà con i suoi scatti il processo creativo dietro la realizzazione degli abiti di Raffaella Riccio, creati con materiali di riciclo, e che vedremo sfilare sabato sera al Teatro Verdi alle 22,00.

In sostegno al marchio forlivese presente alla manifestazione vi consigliamo di essere presenti alla sfilata di venerdì sera alle ore 21,30, dove By Alis sfilerà presso Dante Calzature con le proposte autunno inverno e con la nuova mini collezione di abiti lunghi in edizione limitata dedicati alla sera di Capodanno.
Il weekend sarà altrettanto interessante con una lunga serie di eventi in successione che si chiuderanno con la sfilata, sempre nella bella location del Teatro Verdi, domenica alle ore 21,30 con i capi di NÖE.

CONDIVIDI
Articolo precedenteEsperienze di cittadinanza attiva a Forlì: incontro pubblico
Articolo successivo"La mente è come un paracadute" con Margherita Piastrelloni
Dopo il diploma al Liceo Classico di Forlì, si laurea in architettura. Appassionata di interior design e di stile in genere, scopre la sua vera strada nella moda. Con la sua linea di abbigliamento artigianale By Alis ha fatto di un hobby il suo lavoro. Se affrontate con lei argomenti di politica e informatica il consiglio è quello di mettersi un casco e adottare tutte le protezioni. Alis è battagliera, determinata e puntigliosa. Insomma non è il tipo che ama fare prigionieri. In 4live cura la rubrica di cucina.