sikh

È in programma per lunedì 11 novembre, alle ore 21,00, alla Sala San Luigi (con ingresso libero), in via Luigi Nanni 8 a Forlì, la proiezione in prima visione del film documentario: “Khalsa. I Sikh in Italia dal 1944 ad oggi”, di Alessandro Quadretti, sostenuto dal World Sikh Military Yaadgari Commitee Italia e da Gabriele Zelli.

Il lavoro, scritto e prodotto dallo stesso regista insieme allo storico Romano Rossi per Officinemedia, parte dal presupposto che quasi 70 anni fa i soldati Sikh contribuirono in modo determinante all’avanzata degli eserciti alleati e alla sconfitta del nazi-fascismo. Ora le loro comunità in Italia sono forti e numerose, anche se pochi sanno che i migranti di oggi discendono dai liberatori di allora.

In un paese democratico, ma troppo spesso segnato da episodi di razzismo e di intolleranza, diventa fondamentale ricostruire un legame tra presente e passato, utile a rendere il cittadino italiano consapevole che la storia della Seconda guerra mondiale fu scritta anche da popoli non occidentali, tra questi i Sikh. Da secoli conosciuti come grandi guerrieri, nel 1944-1945 si distinsero per coraggio e umanità, sono ricordati nei territori liberati come soldati valorosi e rispettosi delle popolazioni civili. Dopo varie decenni, negli ultimi 20 anni molti Sikh emigrarono in Italia, convergendo prevalentemente al nord e al centro della nostra penisola. Data la loro grande capacità nel gestire e curare i bovini, per loro animali sacri, lavorano in gran numero nel settore caseario.

Oggi, affidandosi alla comunicazione audiovisiva, è stato possibile ricostruire e ricordare gli eventi bellici che videro protagonisti i Sikh in Italia e specialmente in Romagna, con lo scopo dichiarato di contribuire in modo determinante a una definitiva e stabile integrazione.
Alla presentazione di lunedì, iniziativa inserita nell’ambito delle manifestazioni promosse dal Comune di Forlì in occasione della Liberazione della città, interverranno il regista Alessandro Quadretti, lo storico Romano Rossi e l’assessore Patrick Leech. Per informazioni 3493737026.