Clan-Destino: «Ricordiamo Angelo Di Carlo»

0

«L’estate del 2012 – scrive in un comunicato l’associazione Clan-Destino – è stata funestata dal tragico gesto del nostro compagno di tante battaglie in difesa dell’ambiente e in favore delle persone più bisognose: Angelo Di Carlo. S’è dato fuoco, come forma estrema di protesta, davanti a Palazzo Montecitorio. Togliendosi la vita ha richiamato l’attenzione dell’opinione pubblica e della classe politica sul problema della crisi economica e delle nuove povertà causate dalla recessione che purtroppo ha colpito duramente il nostro Paese.
Angelo ha compiuto un atto estremo che lo ha tolto per sempre ai suoi cari ed al gruppo di amici che fino all’ultimo aveva condiviso i suoi ideali. Il suo ricordo ci accompagna, ogni giorno nelle azioni che cerchiamo di intraprendere a tutela dell’ambiente e dei diritti dei cittadini.

Un anno fa, la seconda domenica di settembre, lo abbiamo salutato assieme (attivisti e non), in una cerimonia pubblica volutamente compiuta e ristretta a coloro che di più lo avevano amato e frequentato. A un anno di distanza non vogliamo semplicemente celebrare la sua morte, perché non vi può essere inno al suicidio o amplificazione di un gesto disperato, ma è nostro intento ritrovarci per raccogliere e condividere il suo ultimo disperato appello e dare un significato concreto al messaggio che ha tentato di lasciarci.
Con semplicità, ma in modo aperto, gli amici di Angelo (attivisti di Clan-Destino, Destinazione Forlì e tutti coloro che lo conoscevano) si ritroveranno in forma di libera aggregazione a Forlì in Piazzetta della Misura domenica 15 settembre, dalle ore 18,00, insieme al figlio Andrea. Cercheremo di ripercorrere i desideri e gli obiettivi di Angelo con l’intento di creare un percorso che lì possa rendere concreti e reali».

Clan-Destino Destinazione Forlì