Castrocaro Terme

Ritorna a Castrocaro Terme, giovedì 15 (sera) e venerdì 16 agosto (tutto il giorno), la Fiera di San Rocco, tradizionale sagra paesana di una volta, con mercato ambulante, musica, animazione e degustazioni. La Fiera di San Rocco ha antiche tradizioni: istituita nel 1641 si conserva l’usanza di ‘pagare la fiera’, per l’occasione, i genitori regalano giocattoli e dolciumi ai bambini. Il granduca Cosimo II de’ Medici, con benigno rescritto del 14 giugno 1618, concedeva agli “huomini di Castrocaro il permesso di indire una fiera (che verrà chiamata di San Rocco) di merci, bestiami, grasce ed altre robbe da effettuarsi dal 9 al 17 agosto, per giorni otto, con le medesime esenzioni e privilegi già concessi nel 1447 alla comunità di Marradi“. 

La fiera presentava una nutrita passerella di bestiame bovino, con scambi e contratti fra gli agricoltori in vista dell’urgente lavoro di aratura dei campi, ma anche dei lanuti e pollame vario, granaglie miste, tessuti e frutta di stagione, con il cocomero a farla da padrone. In seguito perse d’importanza con l’estinzione del mercato del bestiame sia per la trasformazione del commercio ambulante. Giovedì e sabato dalle ore 16,00 alle 24,00, venerdì per tutto il giorno. Tra le curiosità di questa edizione: il mercato avrà oltre 200 espositori, tanta musica e un laboratorio per i bambini.