amante

Cielo mio marito” la solita frase, political correct, prima dell’accaduto. L’armadio è troppo scontato. Meglio fuggire dalla finestra rischiando di cadere “dal cielo”. Come poi è avvenuto. Quando ha sentito il marito che è rientrato a casa prima del previsto, l’amante della moglie ha cercato la repentina fuga sul tetto di un palazzo adiacente.

Ha annodato alcune lenzuola, che in genere funzionano perfettamente per fuggire dal carcere – sicuramente luogo più tranquillo di un marito geloso – ma il nodo si è sciolto, e così è precipitato a terra per alcuni metri procurandosi la frattura di una gamba. All’arrivo dei soccorsi i sanitari hanno pensato al solito tentato suicidio. Invece la vittima ha cercato di evitare il tentato omicidio.