Musei San Domenico Forlì

Il mese di giugno accende i riflettori sulle serate speciali ai Musei San Domenico di Forlì con apertura straordinaria della mostra “Novecento” e concerti di musica classica contemporanea. Gli appuntamenti sono in programma nelle serate di mercoledì 12 giugno (in occasione del “Mercoledì del cuore”, serate di cultura e animazione del Centro storico di Forlì) e nella serata di domenica 16 giugno, data conclusiva della grande mostra dedicata all’arte, al design e alla grafica del periodo compreso fra le due guerre XX secolo. L’iniziativa, realizzata dall’Amministrazione Comunale in accordo con la Fondazione della Cassa dei Risparmi di Forlì e nell’ambito delle manifestazioni organizzate da “Forlì nel Cuore”, propone un prolungamento dell’orario d’apertura dei Musei sino alle ore 22,30 (chiusura biglietteria ore 21,30) e uno spettacolo musicale a serata con inizio alle ore 22,00 nella Sala del Refettorio. I concerti esploreranno repertori di grande interesse della musica classica contemporanea e sono realizzati a cura di Area Sismica (ingresso 5 euro ogni concerto), in collaborazione con il Servizio Politiche Culturali, con la seguente programmazione:

Mercoledì 12 giugno
Nicola Baroni

Nicola Baroni: Violoncello, Live Electronics, MAX/Msp. Musiche di Massimiliano Messieri, Donald Hagar, Marco Stroppa, Nicola Baroni, Jonathan Harvey, Cristian Gentilini, Martin Parker, Ge Gan Ru, John Cage.
Diplomato in Violoncello e in Musica Elettronica ha conseguito la laurea in estetica musicale al Dams di Bologna. Si è perfezionato in violoncello e in musica da camera con Franco Rossi, Alain Meunier, Anner Bijlsma, Siegfried Palm. Ha seguito stage sul Live Electronics all’Agon-Audiofficine a Milano e all’Ircam a Parigi. E’ docente di violoncello e di tecniche dell’improvvisazione nei dipartimenti di nuove tecnologie e di didattica al conservatorio “Monteverdi” di Bolzano. Attualmente sta sviluppando un progetto di estensione del violoncello attraverso software e sensori orientato al Live Electronics e alla composizione elettroacustica, sotto forma di dottorato di ricerca all’Università di Edimburgo. E’ presente da anni nel panorama concertistico con repertorio contemporaneo, romantico, barocco. L’attività concertistica è svolta nei teatri italiani, in festival nazionali e internazionali in Europa, Stati Uniti, Sudamerica e Giappone.

Domenica 16 giugno
Gianpaolo Antongirolami & Michele Selva

Concerto di chiusura della mostra “Novecento, arte e vita in Italia tra le due guerre”. Gianpaolo Antongirolami: sassofono soprano, contralto, baritono Michele Selva: sassofono soprano, contralto, tenore. Musiche di Ondrej Adámek, Paul Hindemith, Tristan Murail, Karlheinz Stockhausen, James Erber, Bruno Maderna, Dimitri Nicolau. Gianpaolo Antongirolami è da oltre 25 anni docente di sassofono in vari conservatori di musica italiani e attualmente insegna al “Rossini” di Pesaro. Antongirolami è regolarmente invitato a tenere corsi di perfezionamento, masterclass e concerti in prestigiosi enti ed istituti musicali europei quali la Musikhochschule di Friburgo, la Universität Mozarteum di Salisburgo, la Keele University e la University of Edinburgo. Recentemente è stato invitato dall’associazione internazionale SaxAmE (Saxophone in America and Europe) ad essere incluso nel prossimo libro che raccoglierà le biografie dei più significativi saxofonisti degli ultimi 20 anni: Saxophone soloists and their music uscirà per i tipi della Indiana University Press. Michele Selva si è diplomato nel 1999 al Conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena con il massimo dei voti e, parallelamente all’attività musicale, si è laureato in filosofia con lode. Attento agli sviluppi della musica del Novecento e contemporanea ha partecipato a diverse prime esecuzioni, di compositori italiani ed internazionali. Invitato in varie università, conservatori nazionali e convegni ha tenuto conferenze e masterclass sulla musica del Novecento e contemporanea. Tiene concerti e recital in importanti festival ed istituzioni sia in Italia che all’estero.