Le iniziative della Rete Magica per i suoi 5 anni

0

L’Alzheimer e il Parkinson sono patologie degenerative cerebrali, che coinvolgono la sfera cognitiva ed il movimento. Vivere con una di queste malattie o con una persona che ne è affetta, è un percorso diverso da persona a persona, poichè incidono le caratteristiche e l’evoluzione della patologia, lo stato d’animo, l’adattamento oltre che la disponibilità e il supporto offerto dalla famiglia e dalla società. Su queste problematiche da cinque anni si cimentano i volontari della Rete Magica, l’associazione presieduta da Eugenia Danti che è diventata punto di riferimento sempre più puntuale e definito anche per gli operatori sociali del Comune e sanitari dell’Ausl. 

Il sodalizio è costante punto di riferimento per un numero crescente di familiari tanto che nel breve volgere di cinque anni è diventato un elemento vitale dell’intera collettività forlivese. Per far conoscere maggiormente la propria attività e per festeggiare i primi cinque anni di vita La Rete Magica ha deciso di programmare una serie di iniziative. Sabato 1 giugno, dalle 16,00 alle 18,00, nell’ambito dell’iniziativa denominata “Storie di ordinaria memoria” coordinata dal vicepresidente della Rete Magica Onlus Maris Senzani Pezzi a Librincontro, verrà presentato il volume “Nessun dorma” di Catia Colombi e si svolgerà un incontro dal titolo “memoria ed autobiografie” con Astrid Valeck e Ermes Fuzzi promotori dell’Associazione di Promozione Sociale “Parolefatteamano”.

Domenica 2 giugno, nell’area verde adiacente il bar del parco urbano Franco Agosto, con inizio alle ore 16,00, la Rete Magica si presenterà alla città durante il corso di un pomeriggio presentato da Gabriele Zelli e rallegrato dell’esibizione del gruppo “I Cantastorie di Romagna-Artisti di strada e Cantori d’osteria”. Sarà anche l’occasione per presentare il saggio del corso di musica con i partecipanti all’Amarcord e Cafè coordinati da Alessandra Bassetti e Sara Monti; di ascoltare le poesie di Diella Monti, Daniela Cortesi, Rosalda Naldi, classificate ai primi tre posti nel primo concorso di poesia dialettale “Ascolto: cosa posso fare per te?”. Infine lo psicologo e formAttore Terenzio Traisci presenterà un saggio di yoga della risata in collaborazione con alcuni soci dell’associazione. In caso di maltempo la festa si terrà al teatro Pollini della Casa di riposo Pietro Zangheri, in via Andrelini 5.