Scivola nel fiume e muore 76enne di Santa Sofia

0

Due metri di caduta. Uno scivolone fatale. Sul ciglio del fiume Settimio Facciani, di 76 anni, sbatte la testa. E resta immobile. Parte la telefonata da Meleto di Sotto, una località vicino a Santa Sofia. Le ambulanze arrivano ma per l’uomo non c’è più nulla da fare. La scoperta dell’incidente avviene grazie al figlio, ma la faccia è completamente immersa nell’acqua del fiume Bidente.

Ed è anche privo di coscienza, con il resto del corpo steso appena fuori sul rivale. Il figlio allerta subito 118 e carabinieri. Sono le ore 13,00 circa di ieri. In base alle prime informazioni prese dai carabinieri l’uomo avrebbe una ferita alla testa. 

Settimio Facciani era un artigiano edile in pensione molto conosciuto a Santa Sofia anche perchè era nel comitato degli alpini. Vicino al luogo della disgrazia l’uomo aveva un orto. Spesso va a prendere l’acqua con la macchina, ma la stradina è molto stretta. Forse dopo aver fatto manovra la sua auto si è incagliata e ha tentato di spostarla a mano. A quel punto forse è scivolato nella piccola scarpata. Dove ha sbattuto la testa. Il magistrato ora sta valutando se procedere con la sola ispezione cadaverica o con l’autopsia.