Fieravicola

È iniziata oggi la 48° edizione di FierAvicola, il Salone internazionale dell’avicoltura ospitato dalla Fiera di Forlì. La prima giornata ha già fatto registrare un forte afflusso di pubblico, che si è sommato ai quasi mille tra operatori, espositori e delegazioni (circa 90) provenienti dall’estero e presenti nei Padiglioni di via Punta di Ferro. Tante le autorità intervenute, dal Sindaco di Forlì Roberto Balzani ed al Presidente della Provincia di Forlì-Cesena Massimo Bulbi, ma anche i neoparlamentari forlivesi Marco Di Maio e Bruno Molea.

Insieme a loro il presidente della Camera di Commercio Alberto Zambianchi e Charles Bourns, Presidente Comitato Consultivo uova e pollame della Commissione Europea, oltre a vari rappresentanti delle associazioni del mondo economico locale. C’è però gia una polemica. Manca Amadori che è uno dei principali leader nel settore agroalimentare italiano, un’azienda innovativa e un punto di riferimento per i piatti a base di carne. Il fatturato nel 2011 è stato di oltre 1,2 miliardi di euro. Il Gruppo, fondato a San Vittore di Cesena quarant’anni fa, conta sulla collaborazione di oltre 7.000 lavoratori ed è presente sul territorio nazionale con stabilimenti industriali, filiali e agenzie.

Insomma FierAvicola sarà oggetto anche di parecchie polemiche per l’assenza di un colosso come quello del Gruppo cesenate. La Fiera comunque proseguirà domani, giovedì 11 aprile, mantenendo al centro del programma la collaborazione tra la manifestazione forlivese ed Expo Milano 2015: una sinergia che muove nell’ottica di una valorizzazione dell’intera filiera avicola, un’eccellenza all’interno del settore zootecnico italiano in termini di innovazione e livello tecnologico raggiunto.

Per presentare questa collaborazione e dare un’esclusiva anteprima di quanto accadrà a Milano a partire da maggio 2015, domani alle ore 12,00 nell’Area Eventi del Padiglione A, si svolgerà un talk show nel quale, dopo gli interventi di Giorgio Grazioso, presidente Fiera di Forlì, e di Marco Dellabartola di Eurovo, saranno Roberto Daneo, direttore del comitato di candidatura Expo 2015, e Marina Geri, responsabile marketing Padiglione Italia, ad anticipare al pubblico di FierAvicola qualche dettaglio sulla manifestazione milanese.

Concluderà i lavori l’intervento del forlivese Tiziano Alessandrini, vicepresidente della commissione regionale politiche economiche, sul ruolo della Regione Emilia-Romagna che, in qualità di soggetto coordinatore delle proposte del territorio verso Expo Milano 2015, opererà per una valorizzazione internazionale delle principali filiere d’eccellenza emiliano-romagnole. Questo il programma completo degli incontri e dei convegni di domani, giovedì 11:

Ore 9,30 – Sala Europa convegno scientifico sulla realtà internazionale della coniglicoltura (Asic).

Ore 9,30 – Sala Industriali sicurezza nel settore agricolo: una scommessa da vincere (Ebarer – Inail E.R. – Cimla).

Ore 10,00 – Sala Goberti implementazione della direttiva 74/99 CE sul benessere delle galline ovaiole e competitività del mercato dell’uovo italiano e comunitario (Assoavi – Fiera di Forlì).

Ore 11,30 – Sala Borsa 2 self: la mano giusta per gestire le tue risorse (Sint Tecnologie).

Ore 12,00 – Area Eventi Pad. A Il mondo avicolo e l’Expo Milano 2015 (a seguire: Cooking Show).

Ore 14,00 – Sala Borsa 1 stato sanitario dell’avicoltura italiana: focus sulle principali malattie osservate fra il 2012 ed il 2013 (Sipa).

Ore 14,30 – Sala Goberti problemi fiscali e contabili del settore avicunicolo (Consulenzaagricola.it srl): tutte le novità del fisco con un relatore d’eccezione, Gian Paolo Tosoni, editorialista e pubblicista del Sole24Ore.

Ore 14,30 – Sala Borsa 2 conferenza stampa UnaItalia e presentazione dati sul consumo e sul settore relativi al 2012, nell’ambito dell’attività dell’osservatorio dell’Associazione.

FierAvicola è ad ingresso gratuito per gli operatori del settore italiani e stranieri ed è aperta nelle tre giornate (10-12 aprile) dalle ore 9,00 alle 18,00.