Sergio Cavicchi presentazione de I dodici rintocchi Fanzinoteca
Sergio Cavicchi presentazione de I dodici rintocchi Fanzinoteca

La giovanissima autrice protagonista riminese che “guarda” a Forlì.
 
Il secondo appuntamento con le mostre intercambiabili che, nella sua atipicità, si può considerare un evento socio-culturale unico per l’intera città, magistralmente organizzato da Nuovemani e Fanzinoteca d’Italia, vede proporre al grande pubblico “Potpourri“, la prima Personale forlivese della giovanissima e promettente artista riminese, Sara Fattori, un evento degno di nota. Questa prima proposta a Forlì della giovane artista è stata allestita, dal 18 febbraio, presso i locali della Sala Studio di Corso Diaz, 84 Forlì, gestiti dalla Cooperativa Sociale Gulliver, per restare disponibile ed esposta al pubblico fino al 3 marzo. Da mercoledì 20 febbraio, in concomitanza con il secondo incontro del Corso di Fanzine, “Una, cento, mille fanzine” dalle ore 16,30 alle 18,30 e di seguito anche alla sera, sarà possibile visitare “Potpourri” la Personale che mette in mostra e propone lavori della talentuosa autrice riminese. Fattori presenta, tramite le sue opere, una filiera artistica capace di offrire realizzazioni di qualità, grazie alla costanza e all’impegno che la giovanissima autrice non lesina nei suoi lavori.
 
Assai interessante il rapporto autentico e immediato con la visione della Fattori, con una esposizione che accoglie il pubblico mostrando la composizione accurata dei vari lavori esposti, opere che promuovono il piacere dell’arte, del confronto e della giovanilità, grazie anche a realizzazioni chiare come l’alba e fresche come l’aria. I lavori proposti sono filtrati dallo sguardo giovane dell’autrice nel desiderio di affrontare il tema del rapporto tra l’immagine e la comunicazione della stessa, il tutto mostrato con estrema libertà espressiva.
In mostra si può ammirare l’ampia carrellata di lavori, le interessanti realizzazioni proposte, risultano capaci di stimolare il pubblico per condurlo verso diversi “punti di vista“, diverse esperienze grazie l’impeto e il trasporto della potenzialità visiva della stessa autrice. Sebbene giovanissima, la Fattori, può già vantare altre esposizioni Personali proposte in vari città come al Teatro Aperto di Poggio Berni e nei locali dell’Art Café a Santarcangelo di Romagna.
 
Sara Fattori nasce a Rimini nel 1991, è cresciuta affascinata dai paesaggi della Valmarecchia, trasformando la noiosa vita provinciale in un infinito sogno ad occhi aperti. La passione per la lettura e la scrittura creativa, dalle prose alle poesie, la porta a vincere alcuni concorsi nel territorio riminese. Nel 2010 frequenta un corso di fumetto con professionisti del settore come Stefano Babini e Mauro Masi e decide di votarsi a fumetto ed illustrazione, partecipando con successo a concorsi ed esposizioni, mentre lavora come agente di viaggi. Sempre nel 2010 disegna la copertina di un libro per ragazzi che viene pubblicato in Germania, “Weltenstrudel” di Antonia Kraus.
Attualmente dedica tempo e forze allo studio e alla produzione di lavori (che continua a presentare a giornali on-line, concorsi e mostre) per poter entrare all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Dal 2012 è parte attiva della redazione di “NUOVEMANI” l’innovativa fanzine forlivese a km.0 (www.fanzineitaliane.it/nuovemani), tramite le pagine della quale propone al grande pubblico i propri ultimi e recenti lavori. Ulteriori informazioni: nydra91@gmail.com.
CONDIVIDI
Articolo precedentePiccola scossa di terremoto nell'Appennino Tosco-Romagnolo
Articolo successivoBalzani, l'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese è vicina
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.