Ben Affleck

Si è svolta questa notte l’85° edizione degli Academy Awards. Il resoconto, tra siparietti musicali dedicati a 007 e I Miserabili è questo: Argo è il trionfatore della serata: Miglior film, montaggio e sceneggiatura non originale. Lincoln si deve accontentare di due statuette, miglior attore protagonista (Daniel Day-Lewis, per la terza volta!) e migliori scenografie. Django Unchained anche (Attore non protagonista, Christoph Waltz, per la seconda volta, e sceneggiatura originale). Les Miserables tre: Anne Hathaway attrice non protagonista,  trucco e sonoro. Miglior regia, a sorpresa, Ang Lee (Per vita di Pi, vincitore anche di fotografia, effetti visivi e colonna sonora). Per concludere, miglior attrice protagonista la giovane Jennifer Lawrence. Tutto sommato un’edizione bilanciata e soprattutto telefonata: l’unica (mezza) sorpresa è la regia di Ang Lee.

Senza entrare nel merito dei singoli film, piccolo commento personale: L’academy non avrebbe bisogno di una bella ventata di rinnovamento?

Miglior film: Argo

Miglior regia: Ang Lee

Miglior attore: Daniel Day-Lewis

Miglior attrice: Jennifer Lawrence

Miglior attore non protagonista: Christoph Waltz

Miglior attrice non protagonista: Anne Hathaway

Miglior sceneggiatura originale: Django Unchained

Miglior sceneggiatura non originale: Argo

Miglior corto animato: Paperman

Miglior fotografia: Vita di Pi

Migliori effetti speciali: Vita di Pi

Migliori costumi: Anna Karenina

Miglior makeup & hairstyling: Les Misèrables

Miglior film corto: Curfew

Miglior corto documentario: Inocente

Miglior documentario: Searching for Sugarman

Miglior film straniero: Amour

Miglior sound mix: Les Miserables

Miglior sound editing: Zero Dark Thirty e Skyfall

Miglior editing: Argo

Miglior production design: Lincoln

Miglior colonna sonora: Vita di Pi

Miglior canzone: Skyfall