La forlivese Valentina Fabbri vicino all’espulsione dal Cile

0

Non ci metteranno a tacere“. La forlivese Valentina Fabbri, volontaria in Cile, che si batte fortemente per i diritti del popolo Mapuche, lancia il suo messaggio su Facebook. “Amici – scrive Valentina nella sua bacheca del social network – forse questo e il mio ultimo messaggio dal Cile (spero di no). Per qualsiasi cosa contattate ecomapuche@gmail.com loro vi inoltreranno comunicati e altri aggiornamenti. Lo stato cileno vuole espellere due giovani osservatrici dei diritti umani (me e Luisa Costalbano)”.

“Siamo pure uscite sul canale televisivo TVN. Le aziende multinazionali invece sono le benvenute e i diritti del popolo Mapuche calpestati. Dell’ambiente, terra, acqua e risorse naturali non parliamone nemmeno. Noi continueremo a denunciare, anche dall’Italia, anche se ci espellono, non ci faranno tacere mai. Grazie a tutti per il sostegno e il supporto. Grazie di cuore. Più che a noi, il sostegno va a chi ci ha ospitato, chiamato, accolto e a tutto il popolo Mapuche fortemente represso dallo stato cileno che negli ultimi giorni ha effettuato diversi raid in diverse comunità”.

“Lo Stato cileno agisce contro osservatrici dei diritti umani italiane. Vista la situazione facciamo un appello alle organizzazioni dei diritti umani, politiche e civili, nazionali e internazionali perchè manifestino la propria preoccupazione per la protezione di tutti gli osservatori dei diritti umani in Cile“.