Carretta libero, Corona in galera…

0

Ferdinando Carretta che nel 1989 uccise padre, madre e fratello nell’abitazione familiare di Parma – si legge in un breve articolo sul sito dell’Ansa – rimanendo a lungo latitante è ancora socialmente pericoloso, seppure ”in maniera residua”, e non ha del tutto compiuto il percorso di recupero, anzi ha atteggiamenti che potrebbero denotare una ”capacita’ organizzativa pericolosa”. Lo sottolinea la Cassazione che ha detto ‘no’ alla revoca della libertà vigilata presentata da Carretta e dal suo legale. Ci dobbiamo preoccupare visto che Carretta è da anni che lavora a Forlì per una cooperativa sociale? Io stesso almeno una volta a settimana lo incrocio mentre sta svuotando, nel centro storico di Forlì, i cassonetti della raccolta differenziata. Insomma lavora tranquillamente tra di noi. Un giudice ha deciso questo? Va bene. Forse. Comunque alla luce di quello che sottolinea la Cassazione in pochi (autorità competenti) si preoccupano di questa situazione. E invece, tanto per restare nell’attualità di questi giorni, ci si scandalizza per la fuga di Fabrizio Corona. Per carità, l’ex fotografo capo dei paparazzi è certamente un personaggio molto borderline, che deve scontare 7 anni di galera. Carretta, se non erro, ne ha fatti solo due. C’è qualcosa che non torna seppure ”in maniera residua”…

Tano Corazzine