Basket Curva forlivese

Le Gamberi Foods Forlì – Biancoblù Bologna 96 – 71

Un derby da brividi giocato davanti a 4600 spettatori. Un successo tanto atteso, dopo i 4 passi falsi casalinghi consecutivi, arrivato nel momento più bello. Obiettivamente questa Bologna Biancoblù senza Pecile, suo uomo migliore, e dopo 5′ senza Cournooh per una distorsione alla caviglia, è stata ben poca cosa di fronte a questa FulgorLibertas. La sensazione di come i biancorossi hanno azzannato il derby fin dall’inizio è che questa sera avrebbero vinto comunque. Anche con tutta la rosa bolognese al completo. Non c’è la controprova, ma i romagnoli questa volta sono partiti con il sangue agli occhi e non sarebbe stato facile batterli. Anche Dell’Agnello ha dovuto subire due defezioni: oltre a quella di Simeoli pure Soloperto ha dato forfait per una distorsione. Certo non due titolari dal peso di Pecile e Cournooh, ma comunque due pedine importanti nelle rotazioni.

Partenza con una coreografia da categoria superiore con tutto il pubblico (tranne gli 80 bolognesi) che lancia alla palla a due nuvole di coriandoli. Forlì risponde con un parziale di 9-0 grazie alla tripla di Todic e due schiacciate di Roderick e Natali (al 3′). Al 5′ Roderick ruba l’ennesimo pallone e va a schiacciare (17-4). La coppia Roderick-Todic continua a macinare, tra i bolognesi si fa vedere Mosley e Gasparin con una tripla (22-11 al 8′). Todic arriva già in doppia cifra con uno schiaccione (26-13 al 9′). Alla prima sirena i padroni di casa chiudono avanti di 13 (28-15).

Al 12′ i forlivesi doppiano i bolognesi con una schiacciata di Musso (30-15). Forlì trova anche un gladiatorio Tessitori che prende rimbalzi offensivi nonostante una scarsa percentuale da tre (1/11) per Le Gamberi (34-17). Un segnale di vita per Bologna arriva da Vitali con una tripla (34-19 al 16′). I romagnoli restano concentrati e Todic firma il 39-21 al 18′ anche se da tre non va (1/12). La seconda tripla però arriva ancora da Todic 42-21 al 19′. Aumenta il vantaggio con Natali (45-24). Si chiude il primo tempo con i biancorossi in netto vantaggio (45-30).

Dopo il riposo lungo Todic show con una schiacciata e una stoppata (per lui già toccata quota 20), per i biancoblù l’unico a segnare con precisione è Vitali (53-37 al 24′). Standing-ovation per Todic quando Dell’Agnello lo chiama in panchina, e stoppata di Roderick (69-47 al 29′) che fa saltare in piedi i 4500 forlivesi. Terzo parziale che si chiude con una bomba di Vitali (69-50) ma soprattutto con l’eloquente 89-30 nell’indice di valutazione delle due squadre.

Nell’ultimo quarto Bologna cerca di rendere più onorevole la sconfitta con alcuni canestri di Gasparin (80-64), ma fallisce anche questa piccola missione con Forlì che trova il massimo vantaggio (90-66). Entrano Basile e Nervegna, il pubblico chiude con il Romagna Mia, e Nervegna mette pure la tripla, e il suo canestro da professionista, sulla sirena.

Le Gamberi Foods Forlì: Musso 9 (2/3, 1/5), Borsato 5 (1/4, 1/6), Natali 13 (5/7, 0/2), Todic 27 (8/9, 3/5), Nervegna 3 (1/1 da tre), Roderick 17 (5/8, 1/3), Tessitori 10 (5/11), Spencer 12 (3/5, 2/8 ), Soloperto n.e, Basile. All. Dell’Agnello.
Biancoblù Basket Bologna: Harris 13 (3/10, 1/4), Cournooh (0/1), Verri 2 (1/2, 0/1), Gasparin 12 (2/3, 2/3 ), Montano 6 (0/1, 2/2 ), Diviach 2 (1/1), Cutolo 2 (1/5, 0/3), Pini 2 (1/ 2), Infante, Vitali 17 (4/7, 3/6 ), Drenovac  7 (1/3, 0/1 ), Mosley 8 (4/7). All. Salieri.

Arbitri: Ciaglia, Quarta, Boscolo.

Parziali: 28-15, 45-30, 69-50.

Note – Tiri da due: Forlì 29/47 (62%), Bologna 18/42 (43%). Tiri da tre: Forlì 9/30 (30%), Bologna 8/20 (40%). Tiri liberi: Forlì 11/13 (85%), Bologna 11/12 (92%). Rimbalzi: Forlì 40 (26+14), Bologna 31 (22+9). Spettatori 4600.

CONDIVIDI
Articolo precedenteJellyfish Tank: l'acquario di meduse
Articolo successivoPrimarie Pd: stravince Marco Di Maio
Classe 1963, diploma in Ragioneria, iscritto all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti dal 1994. Appassionato di giornalismo e social network ha collaborato come giornalista pubblicista per la Gazzetta di Forlì, per la Gazzetta dello Sport, Corriere di Forlì, Forlì&Forlì e dal 2000 fino ad aprile 2013 per Il Resto del Carlino di Forlì. Da luglio 2011 è direttore di 4live.