Sara
Sara "SaX" Guidi Personale, "Sogni e Incubi tra le nuvole", per Nuvole Parlanti a Forlì 2012

Personale della forlivese Sara Guidi, giovane promessa delle arti figurative.

Nata nel 1987 a Forlì, Sara Guidi, in arte “SaX”, ha frequentato l’Istituto d’Arte, poi ha studiato in vari corsi di fumetto con grandi professionisti della Nona Arte, quali, Guglielmo Signora, Davide Fabbri e Denis Medri. Giovane promessa del mondo legato alle arti figurative, SaX ha già più volte vinto premi di livello locale e nazionale, come il 1° posto nel Concorso “L’abbraccio“, il 1° premio per la creazione del logo per “Associazione della Pace Annalena Tonelli” di Forlì, il Premio e menzione speciale per il concorso: Un logo per la polizia provinciale del 2007, oltre a tantissimi altri riconoscimenti, tra i quali, ultimo di questi giorni, la selezione delle sue opere, per la pubblicazione, partecipanti al Concorso Internazionale di Illustrazione “We are the future”, progetto che promuove i diritti dei bambini. 
In questo periodo, i locali del Pub & Topas Bar, ristorantino Puerta del Sol (via Filergiti, 5 0543-091540) ospitano, già dal 17 ottobre con l’inaugurazione della Manifestazione Nuvole Parlanti a Forlì, e dato l’interesse e il successo suscitato posticipato il termine, ancora in esposizione la personale di Sara “SaX” Guidi, una interessante mostra dal titolo “Sogni e Incubi tra le nuvole“. I locali accoglienti di Puerta del Sol, grazie al titolare Alban, sempre ben disponibile e aperto nel proporre esposizioni artistiche, presentano all’interno di un contesto differente dove scoprire la convivialità la personale della giovane artista, con oltre 40 opere messe in risalto dalle stesse caratteristiche del luogo.
 
Sogni e Incubi tra le nuvole” è una esposizione che accoglie il pubblico con un nuova impronta di bellezza, una traccia attraverso la quale interpretare il reale, ed oltre, segno della giovane artista sempre alla ricerca di una poetica visiva difficile da definire. Un ricerca consapevole dove confluiscono tanti elementi che spaziano attraverso una espressività in fase di maturazione lasciando, nella necessità di non soccombere alla monotonia sociale, i propri sogni perdersi nell’inseguimento dei pensieri e, una volta raggiunti, osservarli mutare in malinconici incubi. 
Alla domanda quando iniziano i sogni, quando finiscono gli incubi, e cosa si trova tra le nuvole, la SaX risponde: “Tra le nuvole si trova quello che ci fa staccare da terra, che ci disconnette dalla realtà! Spesso mi ritrovo con la “testa tra le nuvole“, è sempre stato così. Anche a scuola, mi mettevo sempre a disegnare” e precisa “I sogni iniziano sin da bambini e crescendo, diventando adulti, spesso si smette di sognare. Vorrei ricordare Pascoli e il suo poeta-fanciullo, ovvero che bisogna continuare a guardare le cose con stupore, parlare con gli animali, parlare alle stelle, immergersi nella fantasia. “Volare” di pensieri felici come dice Peter Pan.” e termina chiarendo “Purtroppo un lato sensibile ha anche un lato fragile, in cui è facile per “l’uomo nero” entrare, ed è qui che iniziano gli Incubi. Cattivi pensieri, il non sentirsi utili a nessuno, i rimorsi e i rimpianti, la solitudine, la paura di non farcela.”.
È ben comprensibile come, in questi lavori, venga espressa una bellezza che non è quella del fascino apparente, infatti, molto più in grado di rischiarire interiormente, come una leggiadria che sboccia e fiorisce nell’arte sincera.
Questa esposizione dichiara una coerenza espressiva, allineata ad un preciso ed introspettivo percorso artistico, attraverso la quale la giovane artista infonde, grazie ai suoi lavori ricchi di significati, spesso celati, una corposa dovizia fantasiosa.
 
La giovane esordiente, SaX, sin dai primi anni nutre una forte passione per il disegno nel quale riscopre, col tempo, il mezzo ideale per esprimere le proprie emozioni, la sua prima storia a fumetti nasce sui banchi di scuola, alle elementari dove barattava i suoi disegni per merendine più gustose. Il primo lavoro a fumetti lo pubblica nel 2006 su “Caterina a Fumetti“, progetto forlivese realizzato per l’evento Non Solo Nuvole, manifestazione promossa da Ilario Gradassi. L’operato poliedrico di SaX, che col tempo si affina notevolmente, è composto da tantissimi i lavori realizzati nei campi più diversi, sebbene allineati al mondo delle arti figurative, come l’arte pittorica grazie a suoi quadri e alle varie estemporanee, oltre ad essere membro attivo di collettivi come l’artistico ECATE o l’autoproduzione Oppipolla, creatrice di marchi e loghi, illustratrice per riviste specializzate, decoratrice di murale e vetrine per locali pubblici, e poi ancora realizzatrice di biglietti da visita, matrimoniali, paint e transfert su T-shirt, borse, gadgets, e tanto altro…
Ulteriori informazioni: http://saraguidi.blogspot.it
 
 
* in allegato fotografia dell’artista Sara “SaX” Guidi 
CONDIVIDI
Articolo precedenteCustode colpito da infarto muore sul campo di calcio
Articolo successivoIl musical "Abbasso l'amore" a Predappio
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.