Laura Fuzzi

Le “Nuvole Parlanti” continuano a parlare, protagonista Laura Fuzzi. Nuvole Parlanti a Forlì – 2012”, ad oltre un mese dall’avvio della manifestazione, parlano ancora. Infatti, la seconda edizione della manifestazione promossa dalla Fanzinoteca d’Italia con sede a Forlì in via Curiel 51 nella Circoscrizione 2, inaugurata il 17 settembre, vede ancora allestite 2 delle 14 mostre esposte per l’evento. Il successo riscontrato sia dalla mostra “Sogni e Incubi tra le nuvole” dell’autrice Sara “SaX” Guidi, ospitata nei locali del Pub & Topas Bar, ristorantino Puerta del Sol in via Filergiti 5, sia dalla mostra “Lallaura” dell’autrice Laura Fuzzi, ospitata nei locali del centro L’apebianca, sono entrambe ancora allestite e disponibili per allietare i visitatori. 

Inaugurata nel contesto di Nuvole Parlanti a Forlì, “Lallaura”, propone la seconda personale territoriale della giovane autrice Laura Fuzzi che, all’interno dei locali de L’apebianca, con orari di apertura continua dalle 9,00 alle 23,00, fino al 27 ottobre mette in luce, attraverso le sue opere figurative, labili e corpose, fragili e potenti, ciò che l’autrice esprime, ovvero un percorso attraverso il quale si sviluppa un dialogo fra arte e fumetto, fra interno ed esterno e fra inizio e fine. Nei fumetti e illustrazioni della Fuzzi, emergono figure ed emozioni dai tratti profondi, illuminati, intensi ed espressivi, lavori che scaturiscono da uno sguardo ancora in divenire nel tentativo di sottolineare una ricerca sotto alla quale trapela una possibile bellezza espressiva. Questa proposta espositiva nasce con l’intento di far vivere al pubblico il fumetto a 360° e di farne motivo di conoscenza e condivisione, attraverso la presentazione della nascita e lo sviluppo di una tavola o una vignetta, grazie alle ricerche e prove che la giovane autrice mette in moto ad ogni suo lavoro, sperimentazione che sempre più avvalora sul campo il suo giovane profilo artistico.

Il giovane talento meldolese, Laura Fuzzi, nasce a Castel San Pietro Terme nell’89 e, in tenera età, si trasferisce con la famiglia a Meldola. Sin da piccola dimostra un talento artistico e la predisposizione per l’arte figurativa, segue questa attitudine decidendo di studiare all’I.S.A. di Forlì nel corso ordinamentale Arte dei Metalli e, di seguito, iscriversi alla Scuola Biennale Statale I.S.A. Urbino nel corso di Perfezionamento di Disegno Animato che comprendeva anche Fumetto, Illustrazione e Fotografia.
Durante il percorso didattico ha l’occasione di esprimere il proprio talento partecipando a diversi corsi di fumetto come il “Laboratorio tecnico-pratico sul fumetto” condotto dall’autore Guglielmo Signora e “Studio ed elaborazione del fumetto” dell’autore Alessandro Baronciani. Tale inclinazione la porta ad essere un’abile organizzatrice di laboratori per bambini e ragazzi sul fumetto e la fotografia.
Dal 2010 è parte del gruppo attivo di “Resina” una pubblicazione di fumetti autoprodotta, oltre che collaboratrice di altre testate, si dedica anche a proporre mostre, tra le Marche e la Romagna. Ama il disegno, proprio come una semplice matita spuntata riesca a far prendere vita al suo mondo interiore, o più semplicemente, forse, la vita reale. Altre informazioni sull’autrice nel Blog trallalaura.blogspot.com. La Fanzinoteca d’italia, che svolge un’attività esemplare non solo per Forlì ma, anche, per l’intera nazione, ha scelto di offrire visibilità ad esordienti talentuose, perché il pubblico comprenda della fatica che si fa agli inizi e, per tale motivo, ancora di più si desidera intenzionalmente sostenere i giovani.
 
Nata, grazie alla Fanzinoteca d’Italia, a Forlì nel 2011 la manifestazione “Nuvole Parlanti a Forlì”, prosegue il percorso di questo evento con la sua Seconda Edizione per presentare opere, talenti e idee del fumetto contemporaneo e no. Un’occasione nuova per incontrare gli sviluppi più significativi legati alla Nona Arte, con uno sguardo e un’attenzione particolare per la produzione indipendente, di ricerca e d’autore, oltre a tutte quelle produzioni che possono prendere corpo grazie alle varie influenze artistiche.
La manifestazione è ideata e promossa dalla prima struttura pubblica nazionale che si dedica alla ricerca, conservazione, studio e promozione dell’editoria fanzinara italiana, la “Biblioteca delle Fanzine“, e si propone di offrire varie iniziative come mostre, incontri, tavole rotonde, workshop e iniziative varie per ampliare lo sguardo all’attuale situazione della “letteratura disegnata“, rivolto alla sua creatività, alle sue trasformazioni artistiche e produttive. Quindi, non una tradizionale “fiera del fumetto” ma, bensì, il progetto per una rete di iniziative socio-culturali che accanto alla presentazione di opere, autori e temi dell’arte sequenziale si propone di unire momenti di confronto pubblico e di riflessione. 
CONDIVIDI
Articolo precedenteBertinoro celebra Sangiovese e Albana
Articolo successivoIl diario di Adamo ed Eva
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.