A gennaio di quest’anno, come ben si sa, il governo degli Stati Uniti ha distrutto Megaupload, una piattaforma di filesharing che consentiva il download immediato di qualsiasi file. Il suo fondatore Kim  Shmitz (alias: Kim Dotcom), pur essendo stato arrestato per pirateria e violazione del copyright, ha pensato di creare una nuova piattaforma e tornare più vendicativo che mai. Il lavoro di programmazione del nuovo Megaupload è quasi completato, i server sono stati ordinati, e gli investitori sono in fila. Infatti, lo ha “cinguettato” Kim a tutti i suoi follower su Twitter:

I know what you are all waiting for. It’s coming. This year. Promise. Bigger. Better. Faster. 100% Safe & Unstoppable.

— Kim Dotcom (@KimDotcom)

Sembra, quindi, che il pirata più odiato da Washington stia per prendersi una rivincita con gli interessi. Megaupload è stato uno dei più grandi siti web mai esistiti su Internet, con una media di quasi 50 milioni di visitatori al giorno. Ora gira voce che Megaupload 2 sarà protetto da un sistema di crittografia capace di intervenire in tempo reale su tutti i trasfreimenti di dati. In pratica se qualcuno tentasse di intercettare il flusso di dati per rilevare eventuali abusi sul copyright potrebbe inciampare nelle norme sulla privacy, invalidando così ogni prova.

Infine, il nuovo sito di filesharing offrirà molte più funzioni non solo funzioni P2P, ma anche servizi mail, fax, VoiP e video.

Stay tuned!