Il fantasma di Riario

2

Annunciato e presentato come anteprima in giugno alla galleria Maf Arte di Forlì, è appena uscito il racconto storico intitolato “Il fantasma di Girolamo Riario“. Scritto dal forlivese Ivo Ragazzini, il racconto riprende alcuni fatti realmente accaduti a Forlì tra il 2010 e il 2011, quando alcune persone raccontarono di aver visto dentro l’antico palazzo comunale un fantasma che se ne andava in giro con una parte della testa spaccata lamentandosi. Ma chi era quel fantasma e chi l’aveva ridotto così? 

Secondo l’autore era Girolamo Riario, primo marito di Caterina Sforza, assassinato in quel palazzo per un vecchio regolamento di conti ed è quello di cui parlerà questo libro, che appena i tempi tecnici per organizzarsi e la fine delle ferie estive lo consentiranno, verrà presentato, venerdì 21 settembre alle 21,00, come prima assoluta alla galleria MAF Arte in corso Mazzini 20 a Forlì e a seguire presso chiunque voglia ospitare una presentazione del libro. “Quel libro contiene fatti e particolari riscoperti dopo secoli, di cui nessuno sa più nulla e sarà una sorpresa per molti forlivesi”.

Spiega l’autore. “Ad esempio nessuno sa più oggi dov’era la stanza vera delle ninfe dove fu assassinato Riario, ne il vero motivo per cui fu assassinato e chi furono i veri mandanti. Inoltre quel libro spiega pure per la prima volta assoluta, perché Caterina Sforza fu falsamente accusata per secoli di aver mostrato le sue vergogne dagli spalti della rocca di Ravaldino ai suoi nemici che gli chiedevano di arrendersi e come andarono invece le cose.
Di fatto si tratta un pezzo di storia forlivese dimenticato, ritrovato e riportato in luce dopo secoli”.