Indagine choc dell’Asaps: in autostrada 1 morto su 5 è travolto mentre è a piedi

0
Letture: 1387
camion incidente notte notturno

Sull’intera rete autostradale un morto ogni cinque è un pedone travolto da veicoli. Sembra incredibile, ma i dati dell’Osservatorio il Centuaro – ASAPS parlano molto chiaro: nei primi 7 mesi del 2012 su un dato complessivo di 155 morti sull’intera rete autostradale, ben 32 sono risultati i pedoni travolti, vale a dire il 21%. Chi sono queste vittime appiedate? L’Osservatorio ASAPS ha accertato che 16 vittime (50%) erano scese dalla macchina per una avaria al veicolo come un guasto al motore, una foratura o perché l’auto era rimasta senza benzina. Dieci vittime stavano camminando a piedi lungo l’autostrada (31%). Sei vittime sono definite nella casistica superstiti da altro evento (19%). In sostanza si tratta di persone che sono incorse in un precedente incidente e sono scese dal veicolo in stato confusionale o sotto choc travolte poi da un altro mezzo. A parere dell’ASAPS va potenziata la comunicazione e l’informazione sui rischi di chi è nella situazione di dover camminare a piedi in autostrada, specie nelle ore notturne e con condizioni mal tempo, cercando di evitare al massimo questa esposizione massima al rischio. L’ASAPS ricorda poi l’obbligo di indossare sempre il giubbetto retroriflettente e di posizionare il triangolo di emergenza.  Va comunque evitato, nei limiti del possibile, l’incamminarsi a piedi in autostrada ed è sempre preferibile chiamare il soccorso stradale o la polizia.

[Fonte ASAPS, Associazione Sostenitori Amici e Polizia Stradale]