Sedotti dall’arte di Osamu

0

Un manga storico per tutte le generazioni

Siamo veramente al cospètto del Dio dei Manga? Il romanzo a fumetti (titolo originale “Adorufu ni tsugu“) ne è probabilmente l’opera più matura e nota. Un connubio tra verità storica e fantasia. Pubblicata tra il 1983 ed il 1985 e dal novembre 2010 sempre dalla casa editrice Hazard, viene riproposta in un  elegante cofanetto a tiratura limitata, contenete tre volumi. Osamu Tezuka, (Osami era il suo vero nome) attraverso le vicende di tre uomini dalle vite diverse, ma accomunati dallo stesso nome Adolf, ci racconta il periodo criminale nazista dal punto di vista giapponese e del ruolo che la terra del sol levante ne ebbe.

Gli elementi per affermare di trovarci di fronte ad una delle opere più alte della letteratura disegnata, nona arte, ci sono tutti. Ritmo dinamico, continui intrecci che esaltano tutte le emozioni dell’animo umano, sceneggiatura credibile e sempre scorrevole, non annoia mai. Il lettore viene coinvolto in un’attenzione costante, volta a non lasciarsi sfuggire nemmeno il più piccolo dettaglio. La trama inizia con l’assassinio del fratello di Shoei Toge, un giornalista giapponese e personaggio chiave per l’intera storia che si opporrà con tutte le sue forze al regime nazista del Führer. Adolf Kaufmann , diventerà ufficiale nazista, figlio di un console tedesco e della giapponese Yukie, condividerà con il suo  amico d’infanzia Adolf Kamil, ebreo figlio di panettieri, il segreto di Adolf Hitler il Führer, del quale viene ottimamente mostrata la folle ma lucida filosofia ideologica.

Graficamente ineccepibili le qualità del maestro Tezuka. Non ha bisogno di retini per riempire le tavole, sempre bilanciate tra bianco e nero. Un suo punto di forza è l’espressività dei personaggi, molto buona la figura volutamente grottesca di Hitler ed i suo corpo dalle linee caricaturali ed allungate.

Su tutto io  raccolgo l’intenzione dell’artista: il desiderio che non ci siano più guerre, mai più.  Sembrerebbe demagogia, populismo, niente affatto, è come se fosse raccontata da chi ha vissuto le assurdità che una guerra comporta,  chiedendosene il perche.

Nonostante sia un’opera datata, suscita parecchio interesse anche nelle nuove generazioni. Mio figlio quindicenne, trovandolo per casa, l’ha letto tutto in tre giorni, e dico, sono 1260 pagine,  non dovrebbe essere una lettura facile per chi è abituato ai ” Naruto” e ” Onepiece”, eppure….LO HA DIVORATO.

Sono passati solo pochi giorni dal sessantasettesimo anniversario dall’apertura dei cancelli di Auschwitz (la giornata della memoria), ed il timore che torni un regime capace di annientare la nostra libertà, rende il tema molto attuale.

Scheda tecnica

Titolo: “La storia dei tre Adolf

Autore: Osamu Tezuka

Casa editrice: Hazard Edizioni  – cofanetto a tre volumi

Pagine: oltre 1300 in bianco e nero

Prezzo:  euro 40

per contatti  “ceciura camo” ceciuracamo@vodafone.it