Il bimbo ammalatosi di polmonite nell’Intercity in panne? Una bufala

0
Letture: 1338

Tante bufale smascherate dal programma di Canale5 Striscia la notizia. “Ammetto una cosa – ha ceduto l’avvocato Giacinto Canzona dopo essere stato torchiato da Valerio Staffelli – la bufala non sono i naufraghi ma l’aborto”. Il Tg satirico, che già aveva scoperta la verità sulla coppia di sposi a bordo della Concordia, vittime di un (presunto) aborto al quinto mese di gravidanza a causa del naufragio, è venuta a galla con la confessione dell’autore stesso della bufala. E questa purtroppo non è l’unica. C’è anche quella che riguarda il bimbo ammalatosi di polmonite nel treno bloccato durante l’emergenza neve a Villa Selva. Taroccare notizie era il suo marchio di fabbrica. Ad un prete hanno ritirato la patente perché ubriaco? L’avvocato ci costruisce l’attenuante che era colpa delle quattro messe officiate di seguito poco prima del controllo stradale. Il caso Concordia? Ci sono dei naufraghi, tra questi degli sposi e di qui l’invenzione di una donna in gravidanza vittima di un aborto causa la paura del naufragio. Lui si è giustificato così: “Costruivo notizie in parte vere”. E le dava in pasto ai giornali, tanto che il suo nome è noto in molte agenzie di stampa nazionali che appena vedono la sua mail la spostano direttamente nel cestino. Striscia la Notizia però non c’è caduta e l’ha smascherato. Il programma di Barbara D’Urso invece sì tanto che è stato tra i primi a trasmettere il servizio sulle rivelazioni di Canzona. Striscia la Notizia ha elencato quelle che sono le principali bufale macchinate da Canzona e girate alla stampa: “Gatto ereditiero diventa milionario”; “Suore a 180 km/h per vedere il Papa”; “Suora sorpresa in topless”; “Patente ritirata dopo tre babà”. Durante l’emergenza neve pure quella di un bambino ammalatosi di polmonite a bordo dell’Intercity in panne per lunghe ore tra Forlì e Cesena, con conseguente causa alle Ferrovie dello Stato.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLe assurde polemiche sui T-Red
Articolo successivoA spasso con BilBOlbul
Ragioniere, classe 1963, iscritto all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti dal 1994. Appassionato di giornalismo, social network e blog, ha collaborato come giornalista pubblicista per la Gazzetta di Forlì, per la Gazzetta dello Sport, Corriere di Forlì, Forlì&Forlì e dal 2000 fino ad aprile 2013 per Il Resto del Carlino di Forlì. Da luglio 2011 dirige 4live.