l'esperto fanzinotecario Gianluca Umiliacchi

Il nuovo portale, attivato di recente, Volontario in Europa dedicato al mondo del volontariato in relazione a tutti i settori sociali dell’unione europea, ha visto l’inserimento della Fanzinoteca d’Italia e dell’associazione Fanzine Italiane.
Volontario in Europa (http://www.volontarioineuropa.eu) è il portale sociale europeo nato allo scopo di permettere la conoscenza tra le varie e molteplici associazione di volontariato, di condividere i loro progetti sul web e di entrare in contatto con chi ha fatto dell’azione di volontariato un scelta di vita.

Il portale nasce in seno alle attività promosse per il progetto “Anche io, volontario in Europa” realizzato dal Parlamento Europeo, dalla Commissione Europeae dal Dipartimento per le politiche Europee, in collaborazione con ilMinistero degli Affari Esteri, nell’ambito dell’attività di comunicazione effettuata in partenariato. In questo specifico contesto l’operato di volontariato, che come base vede attiva l’associazione di volontariato Fanzine Italiane, promotrice ed esecutrice del progetto Fanzinoteca d’Italia, vede all’interno della stessa Fanzinoteca il concetto marcato di concreto operato, diretto dal fanzinotecario Gianluca Umiliacchi, come semplice volontariato allo scopo di utilità sociale, e le attività promosse dalla Fanzinoteca ben lo dimostrano.
Il progetto Volontario in Europa concordato con l’Osservatorio nazionale del volontariato, con il quale il Dipartimento politiche europee ha stipulato un apposito accordo di programma quadro, viene realizzato anche in collaborazione con il Consiglio Italiano del Movimento Europeo (CIME), si inserisce tra le iniziative dell'”Anno Europeo delle attività di volontariato che promuovono una cittadinanza attiva 2011” ed è destinato a far emergere le associazioni di volontariato e le organizzazioni di terzo settore che operano al fine di rafforzare il sentimento di cittadinanza europea e di amicizia con gli altri cittadini dell’UE.
Per gli interessati, questo è il link diretto alla pagina dove potete trovare la Fanzinoteca d’Italia. Per ulteriori informazioni e contatti: fanzinoteca@fanzineitaliane.it.


CONDIVIDI
Articolo precedenteQaos: Capodanno suore e tanti guai
Articolo successivoAustin Freeman va a Teramo?
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.