Il pubblico forlivese festeggia la vittoria

Tezenis Verona – MarcoPolo Forlì: 93 – 73

La Marco Polo chiude la trasferta di Verona, e l’ultima gara del 2011, con un ventello al passivo. Per la seconda volta consecutiva Forlì conclude un anno solare con una sconfitta (anche lo scorso anno perse e sempre con coach Martelossi che allenava Ferrara), ma rispetto ad un anno fa la FulgorLibertas ha dimostrato di essere una squadra (anche se con diversi limiti) con una situazione di classifica leggermente migliore: 10 punti rispetto agli 8 del campionato scorso (ma con una sola retrocessione). La buona notizia, sempre guardando la graduatoria è che anche S.Antimo ha perso, quindi restano 6  i punti di divario con l’ultima. Se si continua a tenere sotto controllo la zona retrocessione. Al momento infatti è meglio guardare solo dietro. L’inizio del 2012 sarà molto duro per cui i voli pindarici è meglio evitarli. Verona ha praticamente condotto sempre in vantaggio dilagando però solo nell’ultimo quarto.  Protagonista dell’incontro l’italoargentino Antonio Porta e l’italiano Giacomo Mariani. Parte forte Verona (9-2 al 3’); per Forlì il primo timbro della gara lo mette Borsato. La Tezenis trova un Boscagin attivo (13-7 al 5’), ma con Trapani e Freeman i forlivesi si riavvicinano (13-10 al 6’). Negli ultimi minuti del primo quarto più difese, più errori in attacco; si chiude sul 17-15. Nella seconda frazione Huff prende l’iniziativa, si carica la Marco Polo in spalla e, prima pareggia, poi sorpassa (17-18 al 12’). Per i padroni di casa si vede DiGiuliomaria (20-18), ma Huff insiste (20-21). Waleskowski, che sostituisce l’infortunato Edwards, dà i primi segnali in attacco, e torna l’equilibrio (24-24). La Tezenis sotto la regia di Porta costruisce un break di 8-1: 32-25 al 16’, mentre al 17’ Easley segna il suo primo canestro. La Scaligera resta avanti, ma Forlì non molla. Le squadre vanno al riposo lungo sul 40-34, con la Tezenis che non ha ancora trovato il tiro dalla lunga (0/8 da tre), mentre Forlì spara un 3/12 da tre, ma con ben 11 palle perse. A rimbalzo gli ospiti chiudono in leggero vantaggio (15+6 contro il 14+4 dei veneti). Si ritorna in campo con la solita leadership di Porta, ma con Borsato da tre i romagnoli restano vicino (44-41 al 22’). Vukcevic cancella lo 0 nella colonna dei tiri da tre punti della Tezenis (49-41 al 23’). West sbaglia due liberi (3/14 ai liberi per lui), ma la Scaligera è sempre avanti (51-44 al 24’). Sempre con West porta i suoi sul +9 (53-44). La FulgorLibertas si mette a zona e sempre con Borsato trova 4 punti (53-48 al 25’). Vukcevic segna la seconda tripla (sue e di squadra), ma Easley non fa scappare i veneti (56-50). È sempre l’ex riminese Vukcevic che dopo un primo tempo anonimo porta i padroni di casa sul +11 (61-50 al 28’), poi Boscagin sul +13 (63-50). L’attacco di Forlì non è tanto fluido ma Natali, dopo un erroraccio in attacco trova una bomba (63-53). Con Mariani la Tezenis chiude avanti di 12 (65-53), ma ci pensa Freeman che segna il canestro ma sbaglia il libero aggiuntivo (65-55). Si chiude il terzo quarto. L’ultima frazione inizia sempre all’insegna di Vukcevic (67-55 al 22’) con Forlì che sbaglia gli ultimi 8 attacchi su 10. Huff e Mariani (2/2 da tre) segnano dai 6,75: il divario resta lo stesso (73-60). Vucinic chiama il time out e subito dopo Freeman segna la sua prima bomba (73-63 al 34’). Mariani, in serata di grazia, segna la 3° bomba su altrettanti tentativi (77-63). Pure Huff segna da oltre l’arco, ma con Porta i veneti mantengono punteggio e inerzia (79-66 al 35’). Verona costruisce un break di 11-0 e si va sul 84-66 al 37’. Con Waleskowski i ragazzi di Martellossi arrivano anche sul +19 (86-67). Escono Freeman, Huff, Borsato e i titoli di coda. Ora per i forlivesi c’è il rompete le righe. Gli allenamenti riprenderanno il 29. Per la Tezenis la corsa verso le prime posizioni è cominciata con un positivo filotto di 3 vittorie consecutive.

Tezenis Verona: Vukcevic 13 (2/5, 2/3), De la Cruz, Colli 4 (2/2), DiGiuliomaria 9 (4/5, 0/1), Mariani 12 (0/0, 3/3), Tacconi n.e, Renzi 7 (3/6, 0/1), Banti (0/1 da tre), West 11 (4/9, 0/2), Porta 17 (5/6, 0/2), Boscagin 12 (6/9, 0/2), Waleskowski 4/5, 0/1). All. Martelossi.

MarcoPoloshop.it: Easley 9 (4/6), Marino 2 (0/4 da tre), Colosio (0/1), Natali 3 (0/1, 1/1), Trapani 9 (1/3, 1/5), Huff 20 (4/5, 3/7), Casoli 7 (1/5, 1/1), Freeman 14 (5/14, 1/5), Borsato 9 (2/4, 1/3), Lestini n.e. All. Vucinic.

Parziali: 17-15, 40-34, 65-55. Tiri da due: Verona 30/47, Forlì 17/39. Tiri da tre: Verona 5/16, Forlì 8/26. Tiri liberi: Verona 18/33, Forlì 15/34.

CONDIVIDI
Articolo precedentePortici, ma chi?
Articolo successivoI presepi appesi 2° edizione
Ragioniere, classe 1963, iscritto all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti dal 1994. Appassionato di giornalismo, social network e blog, ha collaborato come giornalista pubblicista per la Gazzetta di Forlì, per la Gazzetta dello Sport, Corriere di Forlì, Forlì&Forlì e dal 2000 fino ad aprile 2013 per Il Resto del Carlino di Forlì. Da luglio 2011 dirige 4live.