Festa Liberazione Forlì

Mercoledì 9 novembre Forlì celebrerà il 67° anniversario della Liberazione della città dall’occupazione nazista e fascista. In quella giornata d’autunno del 1944 le truppe dell’ottava armata britannica dopo aver sfondato la linea difensiva tedesca assestata sul fiume Ronco entrarono in una città profondamente segnata da dolore e distruzione mentre la linea del fronte si spostò alle porte di Faenza.
Nelle gravi difficoltà del momento, il governo militare alleato e le forze della resistenza, partigiani ed esponenti del comitato di liberazione nazionale, assicurarono alla città la rinascita di un governo locale democratico le cui sorti furono affidate al sindaco Franco Agosto. Per ricordare i sacrifici e i valori della Liberazione, il comune di Forlì, il comitato unitario per la difesa e lo sviluppo delle istituzioni democratiche e il fondo per la cultura hanno promosso una serie di iniziative che raggiungerà il momento culminante nella giornata di mercoledì 9 novembre, interessando comunque l’intera settimana. Il programma prevede:

Lunedì 7 novembre
Alle ore 21,00 sala Randi, in Municipio, presentazione dei documentari restaurati “La strage di Fragheto” e “La Battaglia di Biserno” a cura della sezione Anpi di Forlì. Sarà presente il sindaco di Forlì Roberto Balzani.

Martedì 8 novembre
Dalle ore 11,00 alle 13,00 sala Randi, in Municipio, Seminario “Percorsi di cittadinanza” organizzato in collaborazione con l’università di Bologna – polo scientifico – didattico di Forlì, con la facoltà di scienze politiche “Roberto Ruffilli” e SSLMIT. Dopo la presentazione dell’assessore alla cultura del comune di Forlì Patrick Leech e l’introduzione del prof. Alessandro Martelli (università di Bologna) sono previsti due interventi di approfondimento da parte di docenti universitari del polo forlivese. Il professore Marco Borraccetti interverrà sul tema “Tra cittadinanza italiana e cittadinanza europea” mentre la professoressa Maura De Bernart aprirà la riflessione su “I percorsi di cittadinanza a Forlì-Cesena: dati preliminari”. Parteciperanno al confronto anche Guglielmo Russo (provincia di Forlì-Cesena – coordinamento immigrazione), Michele Truppi (Prefettura di Forlì-Cesena), Enzo Samorì (comune di Forlì) e rappresentanti dei “nuovi cittadini”. È previsto il dibattito con il pubblico. Alle ore 18,30 – sala Randi in Municipio – “Musica per l’Unità d’Italia” – Concerto “Les Canuts”
Nel pomeriggio, alle ore 18,30, sempre in Sala Randi, verrà proposta l’iniziativa “Musica per l’Unità d’Italia” – Concerto “Les Canuts” con testo di Mariolina Mallo ed Ettore Leter.  Si esibiranno: Mariolina Mallo (voce), Enzo Farinacci (voce), Ettore Leter (chitarra), Epaphroditus Yengwia (voce narrante).

Mercoledì 9 novembre, 67° Anniversario della Liberazione di Forlì
Alle ore 10,30 – Cerimonia in Piazza Saffi e inaugurazione mostra “Fratelli d’Italia” nel salone comunale. Il programma della giornata inizierà alle ore 10,30 in Piazza Saffi con la deposizione di corone ai lampioni dei martiri ed al sacrario dei partigiani del chiostro di San Mercuriale. Renderà gli onori un picchetto del 66° reggimento fanteria aeromobile “Trieste”. Successivamente il corteo guidato dai gonfaloni del Comune e della Provincia raggiungerà il salone comunale dove, alle ore 11,00, interverranno il sindaco di Forlì Roberto Balzani e Luca Paulesu, curatore della mostra “Fratelli d’Italia” realizzata dalla federazione associazioni sarde in Italia che verrà inaugurata ufficialmente. Coordinerà i lavori l’assessore comunale Katia Zattoni. Alle ore 16,00 al sacrario dei caduti di corso Diaz (angolo via Sant’Antonio Vecchio) è prevista l’apertura della mostra “Dal Risorgimento alla Resistenza”, curata dall’Anpi sezione di Forlì. Interverrà l’assessore alla cultura del comune di Forlì Patrick Leech. Alle ore 17,30, nel salone comunale, tradizionale “Concerto della Banda Città di Forlì” diretto dal maestro Alessandro Spazzoli. Ore 19,00 aula Mazzini, in corso della Repubblica 86, Festa della cittadinanza. 
In collaborazione con l’università di Bologna – polo scientifico – didattico di Forlì, con la facoltà di scienze politiche “Roberto Ruffilli” e SSLMIT. Nell’ambito dell’anniversario della Liberazione, l’amministrazione comunale di Forlì organizza la “Festa della Cittadinanza”, incontro coi residenti di Forlì che hanno acquisito la cittadinanza italiana dal 10 novembre 2010 al 9 novembre 2011. Saranno presenti il sindaco Roberto Balzani, il prefetto Angelo Trovato, il vicepresidente della provincia di Forlì-Cesena Guglielmo Russo, la professoressa Maura de Bernart (Università di Bologna), gli assessori Katia Zattoni, Patrick Leech, Davide Drei, Valentina Ravaioli. Alle ore 21,00 nel Salone Comunale – Il “mosaico Italia” a 150 anni dall’unità. Incontro pubblico, in collaborazione con l’istituto Gramsci di Forlì e il mensile “Una Città”, con presentazione del fascicolo n. 473-474 della rivista “Testimonianze”, fondata da Padre Ernesto Balducci, dedicato a Il “Mosaico Italia” a 150 anni dall’Unità. Intervengono il sindaco Roberto Balzani, il direttore della rivista «Testimonianze» Severino Saccardi, il presidente della consulta comunale dei cittadini stranieri Gamene Salifu, la vicepresidente della Consulta comunale dei cittadini stranieri Monica Veronica Padurean. Saluto di Davide Drei assessore welfare del comune di Forlì. Introduce e coordina Thomas Casadei, direttore istituto Gramsci Forlì. Letture di Denio Derni, alla fisarmonica Giordano Giannarelli.

Giovedì 10 novembre
Alle ore 9,00 Salone Comunale presentazione del libro “Sono entrati a Roma” dell’ambasciatore Alessandro Cortese De Bosis. Interverranno l’autore e il sindaco Roberto Balzani.

Sabato 12 novembre
Alle ore 17,30 sala Randi (Municipio) presentazione del libro “Partigiani, popolazione e guerra in Appennino. L’8° brigata Garibaldi in Romagna” di Roberta Mira e Simona Salustri, a cura dell’istituto per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea della provincia di Forlì-Cesena. Interverrà l’assessore del comune di Forlì Gabriella Tronconi, la presidente dell’istituto Ines Briganti, il vicepresidente della provincia Guglielmo Russo. Insieme alle autrici, presenterà il volume lo storico Massimo Storchi.