l'esperto fanzinotecario Gianluca Umiliacchi

La Fanzinoteca d’Italia, ad un anno dall’inaugurazione, avvenuta il 25 settembre 2010, è la prima ed unica realtà esistente su tutto il territorio italiano. Alcune informazioni e chiarimenti per tutti gli interessati, ricordando che solo a Forlì e Provincia di Forlì-Cesena, oltre alla Regione Emilia-Romagna, si è potuto riscontrare il valido interesse e la partecipazione utile da parte dell’Amministrazione perché si potesse concretizzare questa atipica struttura.

La Fanzinoteca d’Italia nasce, come struttura, nel 2010 per rispondere alle esigenze di documentazione e informazione per l’intera società, dopo un intenso anno di attività si può affermare e confermare come essa sia la “Biblioteca delle fanzine” Centrale, ovvero dell’intero territorio nazionale e, dal momento dell’apertura, è in grado di offrire i propri servizi a tutti gli interessati, italiani e stranieri. Perché attivare una Fanzinoteca? I motivi si questa scelta non sono recenti, l’Archivio prima, l’associazione in seguito hanno, da anni, sempre cercato una valida possibilità di poter attuare tale progetto. All’estero le Fanzinoteche non si contano da quante ve ne sono in ogni nazione, basti pensare che nella stessa Spagna se ne possono trovare circa una decina e anche la Grecia ha la sua Fanzinoteca.  Tra le strutture più datate in Europa, spicca la Fanzinoteca di Potiers, che espressamente richiesta dall’Amministrazione e, secondo i dati del 2009, sostenuta con contributi di 100.000.00 euro annuali, può vantare ben 22 anni di attività operativa legata all’intera editoria fanzinara mondiale.
Quindi, promossa, organizzata, supportata e gestita da Fanzine Italiane (Associazione di Promozione Sociale), contiene al suo interno anche la disponibilità del Bastian Contrario – Archivio Nazionale Fanzine Italiane, unica realtà italiana con un patrimonio di oltre 5.000 stampati, studi, saggi, analisi e Tesi di Laurea, nonché documenti vari relativi all’editoria fanzinara italiana. La Fanzinoteca d’Italia è specializzata in fanzinologia, segue con attenzione il percorso evolutivo dell’editoria fanzinara nazionale e ne documenta gli aspetti socio-culturali dell’ambito di competenza, in particolare, cura la raccolta delle pubblicazioni prodotte dall’editoria fanzinara italiana. Dall’anno di inaugurazione ha attivato dei servizi di documentazione, informazione e pubblicazione nell’apposito spazio web. Un sito dedicato e specifico mette a disposizione repertori di documentazione, approfondimenti tematici e bibliografici, newsletter e pubblicazioni, testi per il download e servizi interattivi, il tutto gratuitamente (www.fanzinoteca.it).

terminologia
Fanzinoteca
[fan-zi-no-tè-ca]
s.f. (pl. -Che)
Comp. Di Fanzine (rivista degli appassionati) e Theke (ripostiglio v. Teca)
1 Luogo dove sono raccolte le fanzine a scopo di conservazione e di studio
2 Sala o edificio in cui sono raccolte fanzine e documenti relativi all’editoria fanzinara opportunamente catalogati, a disposizione degli utenti per consultazione, lettura o prestito: f. pubblica, comunale, universitaria – fig. Raccolta di fanzine, specialmente se trattano della stessa materia

La Sede Legale della Fanzinoteca d’Italia si trova al primo piano all’interno della Circoscrizione n. 2, in via E. Curiel, 51 – 47121 Forlì FC – Italy, nei pressi del Centro Commerciale, Quartiere Ca Ossi. Si tratta di una sede multitematica, in quanto raccoglie un patrimonio bibliografico relativo alla produzione dell’editoria fanzinara italiana, ed estera, testate con diverse tematiche: fantascienza, fumetto, musica, letteratura, mail-art, poesia, psicologia, ludica, sport, tecnologia, ecc.. Offre una grande quantità di fanzine, il patrimonio bibliografico è costituito prevalentemente da testate inviate gratuitamente dagli stessi fanzinari, il posto di lettura e consultazione e alcuni dei servizi di base solitamente presenti in una biblioteca, erogazione del servizio di prestito fanzinotecario e mette a disposizione degli utenti una stampante.
Una particolarità della Fanzinoteca d’Italia è anche rappresentata dal supporto e assistenza esterna per Tesi di Laurea che possono essere liberamente richiesti dai laureandi interessati. Per tale supporto non è richiesto alcun compenso economico, da parte della Fanzinoteca si domanda solo una copia in volume della Tesi discussa per l’Archivio. Nella zona Prestiti sono esposti gli ultimi arrivi delle testate fanzinare, disponibili per il prestito o la consultazione in sede e una raccolta dell’ultimo materiale relativo alle fanzine proposto attraverso i media. È inoltre possibile presentare proposte di acquisizione di altre testate fanzinare, inoltre, per le ricerche bibliofanzinografiche puoi usufruire del servizio di reference (consulenza bibliografica) rivolgendoti al personale presente.

Dove rivolgersi:

Fanzinoteca d’Italia via E. Curiel, 51 alla Circoscrizione 2 a Forlì.
e-mail: fanzinoteca@fanzineitaliane.it.

Orario: martedì e venerdì dalle 14,00 alle 18,00. E’ possibile, previo appuntamento, accedere per motivi di studio e/o ricerca anche in giornate ed orari diversi da quelli pubblici.

scarica Opuscolo informativo pdf (31 Mb)

CONDIVIDI
Articolo precedenteOsteria L'Amorosa
Articolo successivoGaleata Cavalli 2011, la 32° Fiera
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.